IT   EN

Ultimi tweet

Nuovi padiglioni per l' Ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine.

L'assessore regionale alla Salute del Friuli Venezia Giulia Maria Sandra Telesca ha visitato i nuovi padiglioni dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine.

Nell'occasione l'assessore regionale Telesca ha potuto prendere atto dell'avvenuto trasferimento nei padiglioni stessi di tutti i reparti chirurgici, con le degenze della clinica chirurgica, della chirurgia generale, della clinica urologica, della gastroenterologia, della chirurgia vascolare, dell'ortopedia e traumatologia, della clinica ortopedica, della clinica di anestesia e rianimazione, e della terapia intensiva, constatando che la nuova struttura consente di migliorare la qualità del lavoro a vantaggio dei pazienti e, dunque, della salute.

"Si comincia a vivere in questi reparti - ha commentato l'assessore - il nuovo Ospedale di Udine". I lavori sono stati completati in tempo brevi e, grazie alla nuova struttura, l'Azienda Ospedaliero-Universitaria ha conseguito l'accreditamento internazionale come Academic Hospital, prima in Italia e tra le prime in Europa.

Tra le strutture a disposizione nel nuovo complesso c'è anche la nuova Aula Magna da 180 posti, mentre dal mese di ottobre è attivo anche il nuovo reparto dialisi, adiacente il padiglione delle nuove mediche. Dopo la visita a tale struttura, l'assessore Telesca ha preso parte alla cerimonia di scopertura di una targa che ricorda Antonio De Vita, già presidente della sezione regionale dell'Associazione Nazionale Emodializzati, presenti la moglie e i figli di De Vita.

De Vita, come ha avuto modo di ricordare l'assessore Telesca insieme al direttore generale dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria Mauro Delendi, ha svolto un ruolo importante per la realizzazione del reparto dialisi, in grado di ospitare 25 pazienti e ha in trattamento una novantina di persone.

Si tratta di una struttura moderna, molto luminosa che, ha detto l'assessore a conclusione della visita, tiene conto delle esigenze del benessere dei pazienti. Nel contempo, l'assessore Telesca ha ringraziato la famiglia di Angelo Morelli De Rossi il quale, attraverso un importante lascito, ha concorso alla realizzazione del Centro dialisi che gli è stato dedicato, materializzando così un esempio concreto di quanto possa essere efficace la collaborazione tra i cittadini, le istituzioni e i sodalizi di volontariato che operano nel settore della salute.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.