IT   EN

Ultimi tweet

Nuove apparecchiature elettromedicali per il Bambino Gesù con i 'Cuccioli del cuore' Conad

L’iniziativa di solidarietà i Cuccioli del Cuore Conad, realizzata nei punti di vendita Conad del Tirreno di Sardegna, Toscana, provincia di La Spezia e Lazio, grazie al generoso sostegno e alla partecipazione di 300 mila clienti Conad si è conclusa con un risultato strabiliante: 416 mila euro complessivi raccolti.

Sono stati “adottati” 800 mila cuccioli di peluche fornendo un tangibile sostegno a tre progetti solidali per l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, l’Ospedale Pediatrico Microcitemico di Cagliari e l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.
Un successo che sottolinea il grande spirito di solidarietà dei clienti, il forte legame con il territorio e la loro fiducia nelle insegne Conad, condividendo un impegno finalizzato ad essere di aiuto agli altri e a sostenere in concreto le necessità delle comunità di cui sono parte.

 

Nei punti di vendita Conad del Tirreno del Lazio sono stati raccolti 93 mila euro, ufficializzati in mattinata all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, polo di eccellenza nazionale e internazionale per quanto riguarda il trattamento di gravi patologie cardiache. Una forza solidale e un senso di appartenenza al territorio così sentiti dai clienti Conad che hanno permesso di raccogliere una cifra importante: servirà per contribuire al nuovo “Padiglione Cuore” dell’ospedale dotandolo di apparecchiature elettromedicali di ultima generazione che garantiranno nuove e concrete speranze di guarigione ai piccoli pazienti affetti da gravi patologie cardiache, emergenze sanitarie in continuo aumento. Si tratta, in particolare, di un nuovo macchinario per la circolazione extracorporea per il reparto di Cardiochirurgia che verrà impiegato in tutte le situazioni di emergenza che richiedono un supporto cardiocircolatorio; di una apparecchiatura per l’anestesia destinata al reparto di Emodinamica e di una lampada per la fototerapia a bassa emissione di infrarossi e ultravioletti per la Terapia Intensiva Cardiochirurgica.

 

“Il grazie più sincero va ai clienti, per la fiducia che hanno riposto in noi: oggi vogliamo condividere con loro questo grande risultato”, sottolineano per Conad del Tirreno il presidente Valter Geri e il direttore generale Fiorella Bianchi. “Conosciamo bene l’impegno e l’eccellenza medica che l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù mette a disposizione dei bambini e delle loro famiglie, coniugando tecnologia ed elevata professionalità con una grande umanità. La donazione di 93 mila euro è un grande risultato e servirà a rafforzare le dotazioni tecnologiche del reparto di Cardiologia pediatrica, nella speranza di alleviare le sofferenze di tanti bambini attraverso la diagnosi tempestiva e la cura delle malattie. Questa donazione vuole essere un contributo tangibile al tessuto sociale e per sostenere valori, cultura, eccellenze delle aree territoriali in cui Conad del Tirreno opera e di cui l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù è parte integrante”.

 

“Siamo grati a Conad del Tirreno per l’impegno a favore del Dipartimento di Cardiologia Pediatrica del Bambino Gesù che, grazie all’offerta di cure avanzate e assistenza innovativa ai bambini con disfunzioni e problemi di natura cardiaca, rappresenta una delle principali aree di eccellenza internazionale dell'Ospedale pediatrico” dichiara Giacomo Pongiglione, direttore del Dipartimento di Medicina Chirurgica e Cardiologia Pediatrica del Bambino Gesù. “Grazie al sostegno di Conad, l’acquisizione di nuovi macchinari di ultima generazione consentirà di dare una risposta sempre più adeguata, riducendo anche il rischio di eventuali complicazioni, alle migliaia di richieste di cura di tanti bambini affetti da gravi patologie cardiache che ogni anno arrivano in Ospedale”.

 

Conad del Tirreno tiene dunque fede alla propria missione e allo slogan “Persone oltre le cose”. Conad è un gruppo che sa coinvolgere e raccogliere attorno a sé un alto consenso e il meglio delle persone: il rispetto altrui, l’intento solidale nei confronti di quanti hanno bisogno del sostegno dell’intera comunità, una responsabilità fatta soprattutto di azioni concrete.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.