IT   EN

Ultimi tweet

Neurochirurgia: La Commissione Europea approva TachoSil* matrice sigillante (trombina umana/ fibrinogeno umano)

Oggi Takeda Pharmaceutical Company Limited (Takeda) ha annunciato che la Commissione Europea ha accordato l’estensione dell'indicazione di Tachosil matrice sigillante (trombina umana/fibrinogeno umano) per l'uso negli adulti come sigillante di supporto della dura madre per prevenire la fuoriuscita post-operatoria di liquido cerebrospinale in seguito a un intervento di neurochirurgia.

La dura madre è la più esterna e più fibrosa delle tre membrane che rivestono il cervello e il midollo spinale.

TachoSil ha ricevuto l'autorizzazione all'immissione in commercio in Europa nel giugno 2004. Con l’estensione dell'indicazione TachoSil diventa la prima e sola matrice sigillante a doppia azione approvata per gli adulti:

-          per migliorare l'emostasi;

-          per promuovere il sigillo dei tessuti;

-          come supporto alle suture in chirurgia vascolare;

-         come sigillante di supporto  della dura madre per prevenire le perdite di liquido cerebro-spinale post-operatorie a seguito di interventi di neurochirurgia. 

"L'uso di TachoSil per sigillare la dura madre in seguito a un intervento neurochirurgico può portare benefici ai pazienti riducendo il rischio di fuoriuscita post-operatoria di liquido cerebrospinale. Ciò potrebbe evitare le gravi complicanze associate come infezioni post-operatorie, trauma e edema cerebrale" ha detto Alexander Konstantinidis, Global Program Leader, Takeda.

La nuova indicazione è stata supportata dai dati clinici di uno studio controllato randomizzato su 726 pazienti sottoposti a chirurgia della base cranica. Lo studio ha dimostrato i benefici di Tachosil nel prevenire la fuoriuscita post-operatoria di liquido cerebrospinale e le relative complicazioni in confronto al trattamento chirurgico standard.

"Con l’estensione dell'indicazione di TachoSil, Takeda porterà i benefici potenziali di questo importante prodotto alle équipe chirurgiche e a quei pazienti sottoposti a interventi di  neurochirurgia  oltre che come trattamento di supporto negli interventi di chirurgia generale per migliorare l'emostasi e promuovere il sigillo dei tessuti" ha detto Michele Blasco, Medical & Regulatory Director, Takeda Italia.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.