IT   EN

Ultimi tweet

Nessuna traccia di Fipronil nelle uova svizzere

Le uova svizzere non presentano residui dell’insetticida Fipronil: è questo il risultato delle analisi di controlli a campione effettuati la scorsa settimana dall’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV) insieme all’Associazione dei chimici cantonali svizzeri (ACCS).

Le autorità cantonali di esecuzione in materia di derrate alimentari hanno analizzato a campione 48 uova svizzere prelevate dai quattro centri di raccolta delle uova in Svizzera prendendo in considerazione aziende grandi e piccole e diverse forme di produzione (allevamento al suolo, KAG-Freiland e bio). L’Ufficio della tutela dei consumatori e di veterinaria («Service de la consommation et des affaires vétérinaires» SCAV) del Cantone di Ginevra ha analizzato i campioni, risultati tutti negativi. Le uova svizzere possono dunque essere consumate senza rischi.

I detergenti e disinfettanti a cui un’azienda ha mescolato in maniera fraudolenta l’insetticida Fipronil non sono presenti sul mercato svizzero e non vi sono indizi che facciano pensare che tale azienda abbia fornito i prodotti anche ad aziende svizzere.

I prodotti con il principio attivo Fipronil non sono più ammessi nell’agricoltura svizzera dal 2014. All’USAV non risulta che tale prodotto sia in uso nelle aziende di pollame svizzere. Per tale motivo ritiene che si possa rinunciare ad altre prove e analisi. All’USAV non è noto alcun utilizzo illegale di Fipronil in Svizzera.

Il 4 agosto in spedizioni di uova dai Paesi Bassi destinate alla Svizzera erano stati riscontrati residui dell’insetticida Fipronil nell’ambito di controlli autonomi da parte di importatori di uova svizzeri. Pur non costituendo alcun rischio per la salute dei consumatori, i distributori avevano ritirato dalla vendita le uova interessate.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.