IT   EN

Ultimi tweet

Modifica ordinanza sulla protezione dalle radiazioni non ionizzanti in Svizzera

L’ordinanza sulla protezione dalle radiazioni non ionizzanti (ORNI) deve essere in parte modificata a seguito di una sentenza del Tribunale federale. Finora, la limitazione delle radiazioni per le linee ad alta tensione e le ferrovie era meno severa rispetto a quella per i nuovi impianti.

Secondo il Tribunale federale, questo privilegio deve essere abolito al momento di una modifica sostanziale di un vecchio impianto. Il DATEC ha ora avviato la consultazione per la revisione dell’ordinanza.

Le linee ad alta tensione e gli impianti ferroviari generano dei campi magnetici a bassa frequenza che l'Organizzazione mondiale della sanità considera «potenzialmente cancerogeni per l'uomo». Per ridurre al minimo questi eventuali rischi e altri rischi per la salute non ancora attestati, l'ORNI fissa dei valori limite dell'impianto severi per una limitazione precauzionale delle emissioni.

L'ORNI esige il rispetto dei valori limite dell'impianto per la maggior parte degli impianti nuovi e vecchi (sono considerati tali quelli autorizzati mediante decisione passata in giudicato prima del 1° febbraio 2000, data di entrata in vigore dell'ORNI). Al momento, solo le linee ad alta tensione e le ferrovie sono soggette a requisiti meno severi. Nel 2011, il Tribunale federale (sentenza 1C_172/2011 del 15 novembre 2011) ha criticato questa situazione. Secondo questa sentenza, detto privilegio deve essere abolito al più tardi al momento di una modifica sostanziale di un vecchio impianto.

La revisione dell'ORNI tiene conto di questa decisione. Le nuove disposizioni stabiliscono i criteri determinanti per una modifica sostanziale di linee ad alta tensione e di ferrovie. Esigono che il valore limite dell'impianto venga se possibile rispettato, come nel caso di costruzione di un nuovo impianto, al momento della modifica sostanziale. Il superamento di questi valori è tuttavia ancora ammesso in singoli casi a condizione che siano state adottate tutte le misure di riduzione del campo magnetico esigibili. La nuova regolamentazione ridurrà tendenzialmente l'esposizione degli abitanti alle radiazioni emesse da tali impianti.

La revisione dell'ordinanza consente di effettuare altri adeguamenti nell'ambito del monitoraggio ambientale, della misurazione delle radiazioni e delle installazioni elettriche domestiche.

Il DATEC ha avviato il 21 ottobre 2014 la consultazione sulla modifica dell'ORNI, che si concluderà il 10 gennaio 2015.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.