IT   EN

Ultimi tweet

Medici competenti, prime analisi dei dati su rischi e sorveglianza sanitaria nei luoghi di lavoro

L’attuale contesto normativo prevede che il medico competente svolga ancora più incisivamente il suo ruolo di preventore già parzialmente introdotto dal D.Lgs. n. 626/1994.

Infatti, con l’art. 40 del Dlgs 81/08 e con il relativo allegato IIIB che contiene lo schema delle informazioni da comunicare, si richiede al medico competente di inviare annualmente i dati di sintesi sui rischi presenti in azienda e sulla sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti a questi rischi.

Dopo la sospensione temporanea dell’obbligo, sancita dal D.Lgs. 106/09 per procedere alla ridefinizione dei contenuti dell’allegato IIIB, e la conclusione della sperimentazione delle nuove modalità di invio telematico dei dati attraverso il portale messo a disposizione da INAIL nel 2013, l’invio delle comunicazioni è ripreso “a regime” nel periodo gennaio-marzo 2014 per la sorveglianza sanitaria effettuata nel 2013.

Questo lavoro prodotto nell’ambito del gruppo di lavoro composto da regioni, ministeri e INAIL è la prima elaborazione dei dati aggregati contenuti nelle comunicazioni effettuate dai medici competenti e si propone di fornire un tangibile contributo al dibattito scientifico e giuridico sperimentando, per la prima volta su base nazionale, l’uso di queste informazioni finalizzato al costante miglioramento della normativa, quale strumento al servizio della collettività per offrire strumenti di provata efficacia per la realizzazione di luoghi di lavoro sicuri.

Il documento contiene il riepilogo di 452.062 comunicazioni effettuate da 5.018 medici competenti e relative a 447.336 unità produttive; i dati si riferiscono a 9.628.862 lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, di cui 5.559.506 effettivamente visitati nell’anno 2013.

Si può ben comprendere come, sia pur in presenza di alcune criticità connesse alla recente predisposizione degli strumenti informativi, già con questa prima elaborazione il quadro delle conoscenze si sia notevolmente arricchito di informazioni utili alla prevenzione nei luoghi di lavoro.

Per approfondimenti consulta il documento Allegato 3B del D.Lgs 81/08 prime analisi dei dati inviati dai medici competenti ai sensi dell'art. 40

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.