IT   EN

Ultimi tweet

Marcatori specifici del virus dell' epatite C in bambini con infezione cronica

Uno studio, pubblicato di recente su Minerva Pediatrics, ha indagato i marcatori specifici del virus dell'epatite C (HCV) nei bambini con infezione cronica. L'obiettivo principale è stato di esplorare i modelli di variabilità dei marcatori.  

La ricerca è stata portata avanti da scienziati del Centro nazionale di ricerca di epidemiologia e microbiologia di Gamaleya, Ministero della salute a Mosca, del Dipartimento di Malattie Infettive dei Bambini, Università di Medicina di Ricerca Nazionale Russa Pirogov, del Dipartimento di Virologia, Accademia medica russa di formazione professionale continua e del Dipartimento di Biologia Molecolare dei Microrganismi, Istituto di Bioingegneria Skryabin, Fondamenti del Centro di Ricerca Federale di Biotecnologia, Accademia Russa delle Scienze di Mosca. HCV RNA, core antigen, anti-HCV IgM e anticorpi contro singole proteine ??virali sono stati rilevati utilizzando saggi disponibili in commercio o ELISA sperimentale. La genotipizzazione e la ricombinazione dell'RNA sono state eseguite mediante sequenziamento. L'RNA dell'HCV e l'antigene core sono stati rilevati nei campioni di siero di tutti i bambini (n=100). IgM anti-HCV, IgG anti-NS4AB e IgG anti-NS5A sono stati rilevati meno spesso degli anticorpi contro le proteine ??core e NS3. Per chiarire la causa di questo risultato, tutti i soggetti sono stati divisi in 4 gruppi che differivano per la durata dell'epatite. Era solo anti-NS4AB il cui rilevamento dipendeva dalla durata dell'infezione. 

È stata stabilita una tendenza secondo cui più lunga è la durata dell'epatite, più frequentemente sono state osservate IgM anti-HCV. Non è stato riscontrato alcun impatto significativo del carico di RNA dell'HCV e delle sostituzioni di aminoacidi NS4A/NS4B sul rilevamento di IgG anti-NS4AB. L'aumento del genotipo 3 dell'HCV è stato osservato tra i bambini infettati dopo il 2000. Il primo caso di infezione causata dall'intergenotipo HCV ricombinante RF1_2k/1b è stato identificato in un bambino infettato verticalmente nel 1997.

"I genotipi e i sottotipi di HCV sono risultati marcatori specifici del virus variabili nei bambini infetti nel 1997-2015 -spiegano i ricercatori- Nel tempo c'è stata una tendenza a cambiare il sottotipo HCV dominante e l'aspetto di RF1_2k/1b ricombinante nei bambini. Tra i marker umorali, la presenza dell'anti-NS4AB dipende dalla durata dell'epatite C cronica, mentre per le IgM anti-HCV è stata stabilita solo una tendenza. La rilevazione di anti-NS4AB può essere utile per valutare la durata dell'epatite cronica C".

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.