IT   EN

Ultimi tweet

Malattie della pelle, 15 milioni di italiani colpiti: ecco perché è importante conoscerle

Fra i problemi di salute più diffusi in Italia troviamo le malattie della pelle di natura infiammatoria, che in certi casi possono anche degenerare in forme gravi. Stando alle analisi di settore, si calcola che gli italiani colpiti da queste patologie arrivino addirittura fino a 15 milioni di unità.

Un numero che sicuramente sottolinea l’importanza di una corretta informazione in merito, e di un approfondimento sul tema in questione. È per questo motivo che oggi andremo a studiare i dati ufficiali, e i motivi che dovrebbero spingerci a conoscerle in ognuna delle loro sfaccettature.

 

Perché è importante conoscere le malattie della pelle

Innanzitutto perché oggi è possibile combatterle in modo estremamente efficace, cosa che invece, in un recente passato, non si poteva fare. Questo aspetto viene chiarito anche dal consigliere Sidemast Ketty Peris: un tempo non erano presenti delle metodologie di diagnosi e di cura complete ed efficienti, il che portava lo stesso paziente verso una passiva accettazione della propria malattia cutanea. Oggi, invece, la situazione è profondamente cambiata: i progressi medici e scientifici hanno permesso la realizzazione di trattamenti e di cure mirati ad ogni problematica della pelle. Anche in casi controversi come l’eczema atopico, per il quale intervengono diversi aspetti e cause, persino di natura ambientale.

Poi è importante conoscere queste malattie per un altro motivo: potendole curare quando si manifestano i primi sintomi, si possono anticipare, evitando che possano poi peggiorare. In secondo luogo, la cura delle patologie cutanee (soprattutto di quelle più evidenti da un punto di vista estetico) interviene in favore dell’autostima, e consente al paziente di sentirsi meglio con se stesso.

 

Dati e tipologie di dermatiti

Il 10% della popolazione soffre di malattie infiammatorie della pelle, ma va detto che esistono diversi tipi di dermatite, come si può vedere anche sul sito di Eucerin, uno dei leader del settore. Nello specifico, è possibile trovare esempi come la già citata dermatite atopica (nota anche come eczema), insieme alla dermatite seborroica e a quella da contatto (DIC o DAC). Altre tipologie di dermatiti molto diffuse sono quella erpetiforme e quella periorale.

Una citazione la meritano anche la dermatite da sudore e la forma da stress, quest’ultima una delle più diffuse ai giorni nostri. Siccome si parla di un ventaglio di patologie della pelle piuttosto ampio, e dato che ognuna ha la propria specifica sintomatologia, il consiglio è quello di rivolgersi ad un dermatologo esperto. Soltanto questo professionista saprà individuare con certezza i sintomi, e da essi risalire alla forma di dermatite del paziente. In secondo luogo, partendo dalla conoscenza del problema, potrà proporre un iter di cura mirato.

guest post

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.