IT   EN

Ultimi tweet

Maggiore protezione dalle radiazioni non ionizzanti e dagli stimoli sonori

Il Consiglio federale intende proteggere maggiormente la popolazione dai pericoli per la salute derivanti dalle radiazioni non ionizzanti (RNI) e dagli stimoli sonori. Ha approvato il testo di legge che concretizza questa sua volontà e lo ha trasmesso al Parlamento.

La legge prevedere tra l'altro la possibilità di vietare potenti puntatori laser e di esigere che siano soddisfatti requisiti di formazione per poter eseguire determinati trattamenti cosmetici.

Le fonti di radiazioni non ionizzanti includono i puntatori laser, i laser medicali e i solarium, che se non vengono utilizzati in modo appropriato possono nuocere alla salute e causare lesioni corporali serie.
Il nuovo disciplinamento è strutturato in modo tale da tener conto dei diversi rischi. Gli apparecchi che costituiscono un pericolo considerevole per la salute, tra cui in primo luogo i puntatori laser, saranno vietati.

La legge prevede misure di portata più limitata per i prodotti che possono costituire una seria minaccia per le persone ma che, se utilizzati in modo corretto, non espongono a pericolo la salute o la espongono soltanto minimamente. È il caso delle lampade a luce pulsata per la depilazione o degli apparecchi ad ultrasuoni per i trattamenti estetici. La nuova legge attribuisce grande importanza alla formazione e alla competenza dei fornitori.

In tal senso è prevista l'introduzione di controlli nei solarium per garantire che i gestori informino sufficientemente gli utilizzatori sui pericoli e si attengano alle prescrizioni di sicurezza del fabbricante. In questo modo è aumentata la protezione dei giovani e la responsabilità dei gestori di solarium.

La legge prevede inoltre chiare disposizioni per le situazioni in cui sono utilizzati simultaneamente diversi prodotti che emettono RNI e stimoli sonori, come avviene durante i concerti con proiezioni laser.

Secondo il Governo le leggi vigenti non possono essere adeguate per garantire una sufficiente protezione della salute dalle RNI e dagli stimoli sonori, ragione per cui è necessaria una legislazione a sé stante. Gli impianti fissi, come gli impianti di telefonia mobile o le linee ad alta tensione, non rientrano nel campo di applicazione della legge.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.