IT   EN

Ultimi tweet

Lotta alle resistenze agli antibiotici: La Settimana mondiale per l'uso prudente dei farmaci

La lotta alle resistenze agli antibiotici si sta intensificando in tutto il mondo. L'Organizzazione Mondiale della Sanità OMS ha lanciato una Settimana mondiale per l'uso prudente di antibiotici, che per la prima volta si terrà anche in Svizzera dal 13 al 19 novembre 2017.

Gli ambienti scientifici, ma soprattutto la popolazione, devono trasmettere ovvero recepire ancora meglio che le gravi conseguenze delle resistenze agli antibiotici continuano a crescere. Ne sono coinvolti in egual misura le persone, gli animali, l'agricoltura e l'ambiente. Numerose associazioni e organizzazioni sostengono la Settimana mondiale per l'uso prudente di antibiotici in tutto il territorio con proprie attività e interventi.

Il numero di resistenze agli antibiotici aumenta in tutto il mondo, e accresce il rischio di non riuscire a trattare le malattie infettive, o di riuscirvi solo con difficoltà, con la possibilità che muoiano esseri umani e animali. Anche in Svizzera, ogni anno persone e animali vengono colpiti da infezioni batteriche contro le quali gli antibiotici non possono fare più nulla. Con la Settimana mondiale per l'uso prudente di antibiotici, l'Organizzazione Mondiale della Sanità OMS vuole che un vasto pubblico venga a conoscenza della tematica. In Svizzera, alla Settimana nazionale per l'uso prudente di antibiotici (13 - 19 novembre 2017) si forniranno informazioni e si discuterà sul tema delle resistenze agli antibiotici insieme a partecipanti attivi provenienti dai settori di medicina umana, medicina veterinaria, agricoltura e ambiente.

Sono in programma diversi eventi, pubblicazioni e manifestazioni informative. La setti-mana sarà coordinata dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), l'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV), l'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG) e dell'ambiente (UFAM). Università, esperti, organizzazioni di settore, associazioni, centri di ricerca, strutture sanitarie, farmacie, associazioni di consumatori e altri partecipanti attivi interessati prenderanno parte alla Settimana mondiale per l'uso prudente di antibiotici con propri eventi e iniziative. Sono già in programma numerose attività e iniziative, tra le quali simposi per medici presso università e ospedali o conferenze per il grande pubblico, esposizioni e attività formative in centri di ricerca e istituti di formazione agraria.

Un simposio pubblico di Public Health Schweiz a Berna offrirà una vasta panoramica sugli attuali sviluppi nel settore delle resistenze agli antibiotici, sui pericoli e i rischi, ma anche sui possibili approcci risolutivi. Inoltre, si terranno speciali convegni, eventi settoriali e manifestazioni informative, oltre a conferenze e visite guidate.

Strategia nazionale contro le resistenze agli antibiotici (StAR)
Grazie agli antibiotici - tra i più importanti progressi della medicina - è possibile guarire malattie pericolose quali le polmoniti o le setticemie, che in passato avevano spesso un decorso mortale. Tuttavia, l'eccessivo e in parte inappropriato impiego di antibiotici ha fatto sorgere il problema di un crescente numero di batteri resistenti agli antibiotici. Le conseguenze sono drammatiche e coinvolgono in egual misura l'uomo, gli animali, l'agricoltura e l'ambiente. Pertanto, nel 2015 il Consiglio federale ha varato la Strategia nazionale contro le resistenze agli antibiotici (StAR), in modo da affrontare in modo coordinato il problema dell'aumento delle resistenze.

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.