IT   EN

Ultimi tweet

Lombardia, partita campagna di prevenzione per la salute dei bambini

"Il nostro impegno sul fronte della prevenzione non si limita alle persone anziane e a quelle affetti di cronicità. Quest'anno abbiamo voluto porre lo sguardo sui nostri bambini, perché sono loro le donne e gli uomini del futuro e una cultura di attenzione sanitaria significa poter diagnosticare precocemente patologie congenite e della prima infanzia che, se sottovalutate, possono portare disagi nell'età adulta.

 

Da qui il nostro gioco di squadra con le ASL e i territori, affinché attraverso il prezioso contributo dei pediatri, si possano mettere in campo gli strumenti più efficaci in tal senso". Lo ha detto Mario Mantovani, vice presidente e assessore alla Salute di Regione Lombardia spiegando il significato della lettera che ha inviato, lo scorso 7 maggio, a tutti i Direttori Generali delle ASL lombarde.

 

RISPOSTE INTERESSANTI - A meno di due settimane dalla comunicazione sono giunti i primi riscontri utili ad un ulteriore sviluppo di una corretta azione preventiva. Nel dettaglio, queste prime risposte appaiono di particolare interesse per censire le attività di prevenzione già messe in atto dalle ASL sui bambini da 0 a 10 anni e sulle loro future prospettive.

 

"INDICAZIONI PREZIOSE PER MIGLIORARE ANCORA" - "Queste prime risposte al nostro invito - osserva l'assessore - attestano come Regione Lombardia su questo fronte stia già facendo molto e di quanto abbia a cuore la salute dei più piccoli. Fatta questa premessa - conclude - in attesa che anche dalle altre ASL lombarde ci giungano altri riscontri, già fin d'ora non mancano gli spunti e gli stimoli per avviare nuovi progetti sperimentali volti a migliorare ancora l'attività di prevenzione destinata ai nostri bambini".

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.