IT   EN

Ultimi tweet

Liberazione di scorte obbligatorie per penuria di antibiotici

Su incarico dell’Ufficio federale per l’approvvigionamento economico del Paese (UFAE), il DEFR ha disposto la liberazione di scorte obbligatorie di antibiotici per far fronte alla penuria mondiale di piperacillina/tazobactam. Il maggiore produttore ha dovuto sospendere la produzione di questo principio attivo, ma il mercato e i pazienti continueranno a essere riforniti velocemente e in modo mirato.

L’azienda in questione opera in Cina ed è il maggiore produttore a livello mondiale del principio attivo. Poiché al momento la produzione è sospesa, sul mercato è reperibile solo un numero ridotto di farmaci con questa combinazione di principi attivi. Per far fronte a questa situazione critica il DEFR ha fissato al 20 marzo 2017 l’entrata in vigore dell’ordinanza concernente la liberazione di scorte obbligatorie di antibiotici, in modo da colmare le lacune nell’approvvigionamento e garantire ai pazienti una disponibilità sufficiente. L’UFAE si assicurerà che gli ospedali ricevano le quantità di scorte obbligatorie di cui hanno bisogno attraverso i canali di distribuzione abituali. 

La combinazione di principi attivi piperacillina/tazobactam dà origine a un antibiotico di importanza fondamentale, che viene somministrato per via endovenosa. Grazie al suo ampio spettro d’azione può essere utilizzato anche contro germi problematici e, in caso di emergenza, senza attendere i risultati di laboratorio. Negli ospedali è somministrato soprattutto in caso di infezioni gravi, che possono portare alla morte.


Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.