IT   EN

Ultimi tweet

Le cure palliative negli ospedali della Svizzera

Durante l’ultimo ricovero in ospedale, quasi il 12% delle persone che nel 2018 vi sono decedute ha ricevuto cure palliative complesse o specializzate, volte in particolare a evitare sofferenze e complicazioni. La quota più alta (29%) si raggiunge per le persone affette da tumore. Nel 2018 circa 5900 persone hanno ricevuto cure palliative all’ospedale, delle quali oltre l’80% era malato di tumore. È quanto emerge da una nuova pubblicazione dell’Ufficio federale di statistica (UST).

Le cure palliative comprendono il trattamento e il sostegno di persone affette da malattie inguaribili, potenzialmente letali, e servono a evitare sofferenze e complicazioni. Le cure palliative possono essere dispensate negli ospedali, ma anche a domicilio, in istituti specializzati o case per anziani. I dati presentati nella prima pubblicazione dedicata a questo tema riguardano solo i trattamenti medici palliativi complessi e le cure palliative specializzate dispensate negli ospedali, in quanto le altre situazioni non sono oggetto di alcuna rilevazione sistematica nazionale (v. riquadro).

I quattro quinti dei beneficiari sono affetti da un tumore

Nel 2018, circa 5900 persone hanno ricevuto trattamenti medici palliativi complessi o cure palliative specializzate durante il ricovero in ospedale. Tra queste persone, sono fortemente sovrarappresentate quelle malate di tumore, che costituiscono oltre i quattro quinti o l’81,8% dei casi. Per le persone che soffrono di malattie del sistema circolatorio è il contrario: esse costituiscono infatti solo il 4,2% dei pazienti che hanno ricevuto cure palliative in ospedale. Un po’ più della metà (52,0%) delle persone che nel 2018 hanno ricevuto cure palliative in ospedale sono decedute durante l’ultimo di questi ricoveri.

Poche cure palliative per le malattie del sistema circolatorio

Circa il 39% di tutti i decessi verificatisi in Svizzera nel 2018 sono sopravvenuti in ospedale, l’11,8% dei quali preceduti da cure palliative complesse o specializzate. Questa proporzione varia fortemente in funzione della malattia. È pari al 29,2% per le persone affette da tumore e addirittura a circa il 40% per le donne morte di cancro al seno. Per le persone decedute in ospedale a causa di una malattia del sistema circolatorio, invece, la quota si attesta al 2,5% e per quelle affette da una malattia del sistema respiratorio al 3,6%. Tra le persone decedute in ospedale, questi tre gruppi di pazienti sono i più numerosi: quello dei pazienti la cui diagnosi principale era il tumore (33% dei decessi), quello dei pazienti affetti da malattie del sistema circolatorio (23%) e quello dei pazienti affetti da malattie del sistema respiratorio (10%).

Bassa l’età delle persone decedute che hanno ricevuto cure palliative

Tra le persone morte in ospedale, quelle che hanno ricevuto cure palliative sono più giovani rispetto a quelle che non ne hanno ricevute, con un’età media al momento del decesso di 71,0 contro 75,9 anni. 

Ciò è dovuto al fatto che la maggior parte delle persone che ricevono cure palliative è malata di cancro e che le persone malate di cancro decedono sensibilmente in età più giovane rispetto a quelle affette da una malattia del sistema circolatorio o respiratorio.

Il numero di donne tra le persone decedute dopo aver ricevuto cure palliative è leggermente superiore rispetto a quello delle donne decedute senza riceverne (46,4 contro 44,9%). Ciò dipende in particolare dal fatto che i decessi preceduti da cure palliative nei casi di cancro tipicamente femminili, come quello del seno, delle ovaie o dell’utero, sono nettamente più numerosi rispetto a quelli nei casi di cancri tipicamente maschili, come quello della prostata.

Lungodegenze prima del decesso

Le persone decedute in ospedale dopo aver ricevuto cure palliative complesse o specializzate hanno un iter terapeutico più intenso di quello delle persone che non ne hanno ricevute. Nell’anno precedente la loro morte, sono state ricoverate in ospedale in media 3,6 volte per una durata totale media di 49 giorni. Per le persone decedute senza aver ricevuto cure palliative questa durata totale media è solo di 29 giorni, suddivisi in media in 2,7 ricoveri ospedalieri.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.