IT   EN

Ultimi tweet

Lanciati tre nuovi programmi nazionali di ricerca in Svizzera

Il Consiglio federale ha lanciato i tre nuovi programmi nazionali di ricerca (PNR) «Assistenza sanitaria», «Resistenza antimicrobica» e «Big Data», affidandone la realizzazione al Fondo nazionale svizzero (FNS). Dai tre PNR ci si aspettano importanti contributi nell’ambito sanitario e della gestione dei dati. I programmi avranno una durata di cinque anni, il budget è di 65 milioni di franchi.

Il PNR «Assistenza sanitaria» (20 mio. fr.) analizzerà la struttura e il ricorso alle prestazioni sanitarie in Svizzera, concentrandosi in particolare sulle possibilità di ottimizzare l’impiego delle risorse in presenza di un ricorso insufficiente o eccessivo delle prestazioni. Un altro aspetto importante sarà la prevenzione e il trattamento di varie patologie croniche. Il programma dovrà inoltre contribuire a migliorare la disponibilità, la messa in relazione e la comparabilità dei dati sanitari.

Il PNR «Resistenza antimicrobica» (20 mio. Fr.) è inteso a fornire un contributo per ridurre la resistenza antimicrobica e i suoi effetti negativi sul trattamento delle malattie infettive. A questo scopo dovranno essere migliorate le conoscenze sulle potenziali riserve di infezione e sui meccanismi di trasmissione, sviluppate nuove tecniche di diagnosi rapida, esaminati nuovi approcci terapeutici antimicrobici e proposte misure di intervento. Vista la mobilità dei geni resistenti tra uomo, animale e ambiente, il PRN mira a sviluppare un approccio globale e interdisciplinare, il cosiddetto concetto one health.

Il PNR «Big Data» (25 mio. fr.) prevede la creazione di basi per un uso efficace e adeguato delle quantità di dati sempre maggiori (Big Data) presenti in tutti gli ambiti della società. I progetti di ricerca sostenuti dovranno fornire le basi scientifiche di nuove soluzioni per utilizzare in maniera efficace e sicura grandi quantità di dati in ambito informatico (analisi dei dati/algoritmi/crittografia; servizi di gestione dati; sicurezza/controllo degli accessi). Su questa base verranno esaminati criticamente, anche dal punto di vista della sicurezza dei dati e dei sistemi e dal punto di vista normativo (protezione dei dati e della sfera privata), gli ambiti di applicazione sociali (sanità, infrastrutture pubbliche) ed economici che già oggi devono far fronte a una grande mole di dati, destinata ad aumentare in futuro.

I programmi nazionali di ricerca sono uno strumento importante della Confederazione per la promozione della ricerca orientata. Producono conoscenze che servono a definire orientamenti o azioni che permetteranno di risolvere problemi attuali della società e dell’economia. I PNR hanno una durata di cinque anni.

Conformemente alla legge sulla promozione della ricerca e dell’innovazione, il Consiglio federale decide periodicamente in merito all’esecuzione e al quadro finanziario dei programmi nazionali di ricerca. I temi vengono scelti secondo il principio bottom-up, ossia tra le proposte presentate dalle cerchie interessate alla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione. Il Fondo nazionale svizzero ne esamina la fattibilità sul piano scientifico.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.