IT   EN

Ultimi tweet

La terapia che viene dal mare: PharmaMar presenta le ultime novita' al Convegno MaNaPro e ECMNP in Portogallo

PharmaMar (MSE:PHM) presenta gli ultimi progressi nello sviluppo dei suoi composti di origine marina con attività antitumorale al 16° Simposio internazionale sui composti marini (MaNaPro) e all'11° Conferenza europea sui prodotti naturali marini (ECMNP) in corso a Peniche, in Portogallo, fino al 5 settembre.

Composti con attività antitumorale in vitro

Durante il simposio, PharmaMar  presenta tre poster che descrivono la scoperta di tre nuove famiglie di composti che hanno mostrato attività antitumorale in vitro e che saranno valutati in modelli animali.

Nuovo processo di isolamento dei batteri marini

Inoltre il team R&D dell'azienda presenta anche un poster sul processo DTE (diluizione-estinzione). Questa tecnica permette di ottimizzare il processo di isolamento dei batteri marini producendo nuovi composti antitumorali, riducendo così i costi di produzione di nuovi composti.

Area degli anticorpi coniugati

PharmaMar presenta due poster con due nuovi anticorpi coniugati (ADC): MI180021 e MI130110. Gli ADC sono agenti immunoterapici innovativi di nuova generazione. Sono costituiti da un anticorpo che identifica e prende di mira le cellule tumorali, una molecola con attività antitumorale e un connettore che le lega insieme.

Questa linea di ricerca ha già dato i suoi primi frutti con la concessione in licenza della prima famiglia di molecole attive a Seattle Genetics, leader mondiale negli ADC, per la quale PharmaMar ha ricevuto un primo pagamento di 5 milioni di dollari nel febbraio 2018.

PM14

Infine, sarà presentato anche un poster sul suo ultimo composto in fase di sviluppo clinico, il PM14. Questo poster mostra la sintesi chimica e l'attività del composto nei tumori del seno, del sarcoma e gastrico negli studi preclinici. Il PM14 ha iniziato la Fase I, con l'obiettivo primario di identificare la dose raccomandata nei pazienti con tumori solidi. Gli obiettivi secondari di questa prima sperimentazione clinica sono la valutazione del profilo di sicurezza e la valutazione della farmacocinetica e della farmacogenomica del composto.

"Il mare occupa tre quarti della superficie del nostro pianeta e in esso vive circa l'80% degli esseri viventi. Nel mare possiamo trovare la più grande fonte di organismi che ci permettono di sviluppare nuovi farmaci per combattere ogni tipo di malattia", afferma José María Fernández, Presidente di PharmaMar.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.