IT   EN

Ultimi tweet

La mostra fotografica “Discover the other ITALY” arriva a Shanghai #EXPO2015

Da Shanghai a Milano e ritorno. Dopo Expo 2010, l'Esposizione Universale è approdata nella capitale della moda e del Made in Italy, che fino a ottobre lo sarà anche del cibo, grazie al Tema della manifestazione "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita".
 
Il legame fra le due città, che affonda le sue radici nel gemellaggio datato 1979, oggi si rafforza ancora di più: Shanghai è la prima città straniera ad ospitare Discover the other ITALY, la mostra fotografica itinerante realizzata dallo studio ScalEasy Communication di Lorenza Scalisi, unico evento che assomma i patrocini Expo, Ente Nazionale del Turismo e Fondo per l'Ambiente Italiano. La mostra punta alla valorizzazione di un'Italia ancora tutta da scoprire con 210 scatti (10 per ogni Regione e 10 per Milano) realizzati da 21 fotografi selezionati fra centinaia di candidati.
 
 
Il Consolato Generale d’Italia in Shanghai e l’Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con la Jiangsu Bank ha organizzato la tappa di Shanghai presso la prestigiosa location di K11 Art Mall, indirizzo cult nel mondo dell’arte e del design. “Con questa mostra approda a Shanghai una meravigliosa parte nascosta dell’Italia. Il progetto Discover the Other Italy regala allo spettatore un nuovo punto di vista, - sottolinea il Console  Generale Stefano Beltrame – andando oltre le tradizionali mete di Venezia, Firenze, Roma e Milano. In Italia c’è infatti ancora molto di più: oltre il 60% dell’intero patrimonio culturale dell’Umanità. Potrebbe sembrare una esagerazione, un Milione come si diceva ai tempi di Marco Polo, ma è veramente così e questa mostra permette di iniziare a scoprirlo”.
 

Un’idea nata a Shanghai che mette in mostra le meraviglie nascoste dell'Italia

Il progetto è una campagna di promozione del territorio nazionale che ha alla base il concetto di “sistema Italia”, collegando le singole destinazioni rappresentate dal capoluogo regionale e questo stesso a Milano-Expo Milano 2015. Da qui la definizione e creazione del marchio GeoExhibition, grazie al quale ciascun visitatore può ricostruire con semplicità decine di itinerari visivi, che diventano essi stessi veri e propri spunti di viaggio. "Sono particolarmente contenta che la prima tappa straniera di Discover sia in Cina: l'idea stessa del concetto di geolocalizzazione alla base della mostra è nata in Cina, proprio a Shanghai, dove continuavano a farmi le stesse domande," spiega Lorenza Scalisi, giornalista professionista specializzata in viaggi e ideatrice del progetto. "Quale città posso visitare oltre a Venezia, Firenze e Roma? In quanti giorni la giro tutta? Sembra così piccola! Pensai che era davvero difficile rispondere e trasmettere in poche battute l'idea di un Paese, soprattutto del mio, che su un territorio relativamente limitato concentra moltissime diversità paesaggistiche e culturali. Dopo pochi mesi da quel viaggio in Cina, feci il mio primo vernissage fotografico in occasione del Salone del Mobile di Milano e lì capii la forza della fotografia, che unita a una semplice didascalia con l'indicazione della distanza fra due punti poteva sintetizzare l'idea di un Paese, ispirare un viaggio. Ed ecco l'idea di Discover".
 
 
Una mostra itinerante che dal 12 maggio arriva a Shanghai

Il tour di Discover è iniziato nell'estate 2014, con il decollo nell'agosto scorso per la preview nazionale dall’Art Port Gallery dell'Aeroporto di Olbia Costa Smeralda, cui ha fatto seguito da novembre a gennaio l'importante allestimento a Palazzo Regione Lombardia, il più rappresentativo edificio di Milano, sede del governo regionale. A sottolineare il legame con l'Esposizione Universale e i suoi temi, Discover ha stretto una partnership con Eataly, il gruppo di food store dedicato alle eccellenze enogastronomiche italiane, che da ottobre scorso l'ha ospitata con diversi estratti nelle sedi di Milano, Torino e Roma

“Con questa mostra approda a Shanghai un meraviglioso pezzo d’Italia. Il progetto Discover the Other Italy è ambizioso, coinvolge 21 fotografi e un grande Maestro e regala allo spettatore un nuovo punto di vista, - sottolinea Marco Ferri, curatore dell’edizione cinese - portando agli occhi del pubblico un patrimonio unico e importante da condividere con il resto del mondo. Specialmente oggi che Expo Milano 2015 apre le porte al resto del mondo. Paesaggi urbani e architetture si alternano a scenari naturali incantevoli valorizzati da fotografi eccellenti, mentre i ritratti di Giovanni Gastel restituiscono la genuina bellezza di volti che si adoperano quotidianamente per rendere l’Italia un Paese di cui essere orgogliosi e per questo molto apprezzato anche qui in Cina”. A Shanghai, Discover si arricchirà anche di un importante contributo video, realizzato dalla fotografa Chiara Cadeddu durante l'allestimento nelle sale di Palazzo Regione Lombardia, e con una voice over d'eccezione, quella di Daniele Monachella, attore di prosa e autore di spettacoli teatrali in tournée in tutta Italia.
 
 
L'ospite speciale
 
Unico contributo straniero in un progetto che parla italiano al 100% è quello di Guy Lalibertè, fondatore del Cirque du Soleil, che durante i sei mesi di Expo porterà in scena a Milano un nuovo format del più celebre spettacolo circense del mondo. Visionario come pochi, Guy aveva sognato fin da piccolo di vedere la Terra attraverso le nuvole, quelle nuvole che gli avevano ispirato i suoi primi spettacoli. Nel settembre 2009 il suo sogno - l'ennesimo - diventa realtà, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), in orbita 350 chilometri sopra la Terra. Così, dal "viaggio fuori orbita" nasce Gaia, un volume di fotografie sorprendenti, ora in vendita sul sito onedrop.org/gaia, per sostenere i progetti di ricerca di acqua in zone aride della Terra. Punto di contatto con Discover sono due foto della Sicilia e dell'Etna: un progetto d’arte e insieme un aiuto concreto all’ambiente, in perfetta sintonia con i temi di Expo Milano 2015, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.