IT   EN

Ultimi tweet

La Corte Suprema USA cancella il diritto all' aborto. Biden: "Tragico errore. Oms: "Colpo terribile per diritti donne"

"Oggi è un giorno triste per il Paese e per la Corte Suprema". Lo ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, commentando la decisione della Corte Suprema sulla sentenza in materia di aborto: "La Costituzione non conferisce il diritto all'aborto".

Secondo Biden, annullando la sentenza Roe vs Wade - che rafforzava "l'uguaglianza ed il diritto alla privacy" - con un "tragico errore" è stato tolto alle donne il "loro diritto di scegliere insieme ai loro medici libere dai vincoli della politica". 

La decisione è stata presa da una Corte divisa, con 6 voti a favore e 3 contrari. Ora quindi i singoli Stati saranno liberi di applicare le loro leggi in materia. Già Texas e Missouri rendono l'aborto illegale. Lo Stato di New York assicura: "Qui resta possibile". Interviene anche l'Onu: abolire il diritto ad abortire è "un colpo terribile ai diritti umani delle donne". 

"La Corte suprema ha tolto un diritto costituzionale agli americani, un diritto già riconosciuto", ha aggiunto Biden, secondo cui si tratta di una cosa "mai avvenuta prima". 

"La salute delle donne di questa Nazione è a rischio. Ci saranno conseguenze reali e immediate", ha detto Biden, osservando che in alcuni Stati entreranno in vigore immediatamente leggi che vietano l'aborto. Questa decisione è "così estrema che donne e ragazze saranno costrette a partorire il figlio del loro stupratore - ha aggiunto - Immaginate una donna che deve portare in grembo un bambino che è stato la conseguenza dell'incesto. È crudele". 

"Ogni anno nel mondo si registrano 25 milioni di interruzioni di gravidanza senza tutele e sicurezze per la salute delle donne. E sono 37mila a perdere la vita". Lo ricorda l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sul proprio profilo Twitter dopo la decisione della Corte suprema americana che ha rovesciato la storica sentenza 'Roe contro Wade' che garantiva il diritto all'aborto in Usa.  

Secondo i dati dell'Oms, "un aborto su 3 si svolge in condizioni non sicure, da persone non specializzate che usando metodi pericolosi. Ogni anno, quasi la metà di tutte le gravidanze nel mondo, 121 milioni, non sono intenzionali; 6 su 10 sono indesiderate e 3 su 10 finiscono con l'aborto indotto", sottolinea l'Oms.  

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.