IT   EN

Ultimi tweet

L' ondata di influenza provoca piu' decessi a inizio 2015 in Svizzera

Nelle prime settimane dell'anno in corso, in Svizzera sono decedute molte più persone di quanto ci si aspettasse. Questo periodo di sovramortalità collima con il picco dell'ultima attività influenzale.

L'Ufficio federale di statistica (UST) pubblicherà d’ora in poi le cifre sui decessi sul suo sito web a cadenza settimanale.

Tra la seconda e la dodicesima settimana dell'anno corrente, si stima che in Svizzera si siano verificati 2200 decessi, ovvero il 17% in più rispetto a quanto ci si aspettasse sulla base delle cifre degli anni precedenti. La sovramortalità ha interessato quasi esclusivamente gli ultra 65enni. La cifra è stata interpretata tenendo presente che nell'arco del 2014 su circa 65'000 decessi se ne sono verificati in totale 1600 in meno rispetto alle attese.

Il periodo di sovramortalità collima con l'attività influenzale osservata nello stesso periodo. Il nesso con l'influenza è praticamente sicuro, sebbene solo raramente quest'ultima sia indicata come causa diretta del decesso. Spesso influiscono anche altri fattori, come ad esempio il freddo o altre malattie virali. Nel corso del semestre invernale l'attività influenzale è descritta nel Bollettino dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) (disponibile in tedesco e francese) nella sezione dedicata all'influenza stagionale (grippe saisonnière) (bag.admin.ch > Documentation > Publications > Bulletin OFSP).

L'Ufficio federale di statistica osserva il numero di decessi in Svizzera, mentre quello della sanità pubblica si occupa della sorveglianza e della prevenzione dell'influenza (cfr.: Strategia nazionale di prevenzione dell’influenza stagionale (Strategia GRIPS) bag.admin.ch > Influenza stagionale > La Strategia GRIPS contro l’influenza).

In futuro l'UST pubblicherà ogni settimana, di regolo il martedì, sul suo sito web (in tedesco e francese) un’estimazione del numero di decessi settimanali (bfs.admin.ch > Thèmes > 14 - Santé > Santé de la population > Mortalité, causes de décès > Données, indicateurs > Décès: nombre, évolution et causes).

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.