IT   EN

Ultimi tweet

ISTITUTO TOSCANO TUMORI: CONFERENZA A SIENA SUL RUOLO DEL MEDICO DI FAMIGLIA

Quest'anno sarà il ruolo del medico di medicina generale all'interno della rete oncologica regionale il tema centrale della IX Conferenza di organizzazione dell'ITT, l'Istituto Toscano Tumori, che si terrà domani, sabato 15 novembre, nell'Aula Magna del Rettorato dell'Università di Siena. 

La Conferenza di organizzazione è uno dei due appuntamenti istituzionali dell'ITT. Mentre nella Conferenza scientifica si fa il punto sull'attività di ricerca clinica e preclinica, in quella di organizzazione si affrontano temi che hanno una forte ricaduta sulla operatività dei dipartimenti oncologici e sulla efficienza dei percorsi diagnostico-terapeutici in campo oncologico.

"Sono evidenti le motivazioni che ci hanno spinto a scegliere questo tema - spiega Gianni Amunni, direttore operativo dell'ITT - La malattia oncologica richiede per la sua complessità non solo la sinergia tra specialisti diversi, ma anche e soprattutto una effettiva integrazione tra i professionisti che operano all'interno dell'ospedale e quelli presenti sul territorio. Il medico di famiglia assume nel percorso oncologico un ruolo fondamentale non solo perché rappresenta il riferimento costante per il paziente, ma anche perché buona parte della sua storia clinica si svolge fuori dalle mura dell'ospedale".

"Un buon medico di medicina generale - sottolinea Lucio Luzzatto, direttore scientifico dell'ITT - è un sostegno importante per ogni paziente oncologico. Questo diventa particolarmente evidente, in linea di massima in tre stadi della malattia: diagnosi; nel periodo delle cure che non richiedono ricovero continuativo; negli stadi avanzati della malattia".

La Conferenza di organizzazione si articola quest'anno in sei sessioni, condotte ciascuna da un oncologo e da un medico di medicina generale coordinati da un discussant che, a partire dall'analisi delle criticità di percorso, produrranno alcune proposte puntuali di miglioramento, che saranno recepite poi in un documento finale, cui fare riferimento per azioni concrete e condivise. Le sei sessioni saranno dedicate a: prevenzione oncologica primaria e secondaria; dalla comunicazione della diagnosi all'informazione sulle cure; la gestione del paziente in terapia integrata ospedaliera; follow up oncologico: chi fa cosa, dove, quando e perché; la fase avanzata di malattia; esperienze in Regione Toscana.

Vai al Programma della Conferenza di organizzazione ITT

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.