IT   EN

Ultimi tweet

INVASIONE ROSA CON 72MILA ISCRITTI: ANCORA UN SUCCESSO PER RACE FOR THE CURE

Record di adesioni e di solidarietà per la XIX edizione della Race for The Cure di Roma: oltre 72.000 iscritti hanno vestito di rosa il centro storico della Capitale, partendo dalla Bocca della Verità.

La più grande manifestazione di solidarietà in Italia e nel mondo, organizzata da Susan G. Komen Italia, per la lotta contro i tumori del seno. Al nastro di avvio è stata  simbolicamente collocata ed esposta al pubblico la coppa del mondo di pallavolo.

Prima dello start, il campione Andrea Lucchetta ha fatto un giro d’onore lungo il percorso con i bambini della Federazione Italiana di Pallavolo, portando con sé la coppa.

A dare il via ufficiale all’appuntamento sportivo, il Prof. Riccardo Masetti, Presidente della Susan G. Italia e Direttore del Centro Integrato di Senologia del Gemelli, il Sindaco di Roma Virginia Raggi, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, il Presidente del CONI Giovanni Malagò, Aurelio de Laurentiis, Presidente del Napoli e titolare di Filmauro, Maria Grazia Cucinotta e  Rosanna Banfi, testimonial di Susan G. Komen Italia, il Prof. Rocco Bellantone Direttore Governo Clinico della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS e il Prof. Giovanni Scambia, Direttore del Polo della Salute della Donna della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, l’Ambasciatore greco in Italia Tasia Athanasiou, l’Ambasciatore U.K. in Italia  Jill Morris, il Viceambasciatore degli Stati Uniti in Italia Kelly Degnan, Massimo Giannini, Maurizio Mannoni, Andrea Delogu, Claudia Zanella, la cantante Elodie e altre personalità del mondo del giornalismo, della televisione, dello sport e della cultura.

E’ importante la consapevolezza della prevenzione – afferma il Presidente Zingaretti - in questi anni nella Regione Lazio gli screening oncologici sono aumentati considerevolmente, sia quelli del seno sia quelli del colon retto”.

“La manifestazione continua ad avere successo e non mostra segni di stanchezza – commenta così il Prof. Riccardo Masetti – prima di tutto perché la lotta contro i tumori del seno è un tema che entra in tutte le case. A abbiamo avuto tante istituzioni al nostro fianco: il  Presidente del Senato e il Ministro della Salute hanno inaugurato l’apertura del villaggio della Race al Circo Massimo. Il Presidente della Camera Roberto Fico ha manifestato la sua vicinanza. Per  un progetto di volontariato sentire la  vicinanza delle autorità è un segnale incoraggiante. Il successo della manifestazione è dovuto anche alla grinta e alla passione di moltissime persone, ad iniziare dalle madrine Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi.

La Race for the Cure è sostenuta dall’Arma dei Carabinieri, dall’Esercito Italiano e, da quest’anno, anche dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Voglio ringraziare il sindaco di Roma, Virginia Raggi,  che è stato con noi stamattina, consentendoci di fare questa festa al Circo Massimo e di correre in uno dei posti più belli del mondo e il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che ha visto con noi questa marea di persone.

La Race for the Cure non parla solo di prevenzione, ma la regala a quelle donne che per difficoltà economiche o di altra natura non potrebbero farla. Nel villaggio della salute, ad esempio, con  le unità mobili della Carovana della Prevenzione sono stati offerti screening gratuiti. In 19 anni abbiamo impiegato più di 15 milioni di euro per generare oltre 800 nuovi progetti e abbiamo voluto condividere questa fortuna anche con tante altre associazioni che ogni giorno lavorano in Italia per la salute delle donne. Diamo appuntamento dal 25 al 27 maggio alla Race for the Cure di Bari, alla quale seguiranno Bologna e Brescia. L’obiettivo del 2019  è quello di realizzare una Race for the Cure in ogni regione, già confermata la maratona nella Città di Matera che sarà Capitale della Cultura”.

La maratona si è conclusa con un momento significativo: 5500 donne in rosa hanno lasciato volare nel cielo di Roma i palloncini rosa, sostegno simbolico per tutte le donne che lottano contro i tumori del seno e per ricordare quelle che purtroppo non sono riuscite a sconfiggerlo.

Il sindaco Virginia Raggi, commenta così: “Un'emozione vedere le strade intorno al Circo Massimo animate dalla corsa delle donne in rosa, accompagnate da amici, familiari, associazioni e gruppi di sostegno. Un appuntamento quello di Race for the cure che Roma è orgogliosa di ospitare per sottolineare  l'importanza della prevenzione nella lotta ai tumori al seno. Una maglietta e un cappellino rosa oggi significano: nessuno affronta da solo questa battaglia”.

LA GARA E I PREMIATI

A tagliare il traguardo per la categoria donne in rosa Stefania Pomponi in 21’29”, seconda classificata Emma Rebecca Abel e terza Claudia Di Giovanni.

Successo anche per  Christine Santi, nella categoria donne, con il tempo di 17’53”, seguita da Giulia Martinelli ed Elena Micheli. Fabiano Carozza si è classificato primo tra gli uomini con 15’37”, sul podio anche Manuel Cominotto e Angelo Iannelli.

La Kids for the Cure, la mini - corsa dedicata ai bambini, ha visto trionfare Andrea De Carli, Lorenzo Martino, Leonardo Salerno, Marta Pagliara e Margherita Turchetti.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.