IT   EN

Ultimi tweet

Introduzione della retribuzione dei tempi di allattamento in Svizzera

Il Consiglio federale ha approvato oggi la revisione dell’ordinanza 1 sulla legge sul lavoro e nel contempo deciso di ratificare la Convenzione n. 183 sulla protezione della maternità dell'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL). La modifica stabilisce il principio della retribuzione dei tempi di allattamento. La revisione entrerà in vigore il 1° giugno 2014.

 

 

In generale, la legislazione svizzera vigente è già conforme alle disposizioni della Convenzione OIL, tranne per quanto riguarda la retribuzione dei tempi di allattamento. Il nuovo articolo 60 capoverso 2 OLL 1 introduce un cambiamento di sistema. Attualmente, il tempo dedicato all'allattamento vale come tempo di lavoro a seconda che l'allattamento avvenga all'interno o all'esterno dell'azienda: questa distinzione verrà abolita. Il datore di lavoro, inoltre, sarà tenuto a retribuire, in una misura predefinita, il tempo che la collaboratrice dedica all'allattamento. Questa modifica si rifà alle regolamentazioni vigenti nei Paesi limitrofi.

L'Assemblea federale aveva approvato la Convenzione n. 183 sulla protezione della maternità dell'OIL del 15 giugno 2000 e dunque occorreva modificare l'ordinanza 1 concernente la legge sul lavoro (OLL 1) per renderla compatibile con il diritto internazionale. L'obiettivo è di migliorare la certezza del diritto in questo ambito e di permettere al Consiglio federale di ratificare la Convenzione n. 183.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.