IT   EN

Ultimi tweet

Insufficienza renale cronica: formare e informare correttamente. Baxter rinnova l’impegno verso medici, infermieri e pazienti.

Migliorare la continuità assistenziale, potenziare le cure domiciliari mantenendo costante il monitoraggio delle condizioni cliniche, utilizzare tecnologie innovative di teleassistenza per supportare il paziente lungo tutto il percorso di cura: sono questi gli obiettivi che, nel campo della dialisi peritoneale, porta avanti il programma DP Network – un circuito di eventi realizzati con il supporto incondizionato di Baxter in diverse regioni italiane.

Un progetto educazionale innovativo che si pone l’obiettivo di formare ed informare gli operatori sanitari in tema di insufficienza renale cronica e gestione della dialisi peritoneale domiciliare. Il piano, che è in linea con le indicazioni del trattamento della malattia Renale Cronica delineato nel Piano Nazionale della Cronicità, coinvolge diverse strutture sanitarie in Italia. Già nel 2017 si sono svolti incontri in diverse Regioni. Prima tappa della nuova edizione 2018 è il Lazio, con un incontro a Roma il prossimo 6 aprile che vedrà l’apertura dei lavori con il prof. Giovanni Gambaro, Direttore della UOC di Nefrologia del Policlinico A. Gemelli di Roma e con la dott.ssa Anna Rachele Rocca, nefrologa responsabile dell’unità di Dialisi Peritoneale del Policlinico Umberto I di Roma.

L’evento di formazione, rivolto a medici ed infermieri, affronterà vari temi tra cui: i follow-up clinici periodici per monitorare l’adeguatezza dialitica, l’aderenza e la compliance terapeutica in dialisi peritoneale. Altri incontri di formazione per i professionisti della cura, strutturati in più moduli didattici, si terranno presso l’Ospedale Sant’Eugenio di Roma il 14 e 15 maggio seguiti dall’edizione del 3-4 ottobre. Padrone di casa il prof Roberto Palumbo, Direttore della UOC di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale S. Eugenio di Roma.

L’impegno di Baxter nel campo della formazione e informazione è rivolto anche al paziente, in linea con la mission aziendale ‘salvare e sostenere vite’. Su questo fronte, anche grazie alla presenza delle Dialysis Specialist – il team infermieristico di Baxter specializzato nel trattamento delle terapie dialitiche - è in atto un ampio programma di: giornate formative e informative dedicate ai pazienti e ai loro caregivers La malattia renale, in ogni sua fase, è una condizione che, per essere controllata e stabilizzata, richiede la partecipazione attiva del paziente e/o del suo partner nei confronti della cura. Per essere in grado di gestire la malattia, prendersi cura di sé e collaborare al meglio con il personale d’assistenza, il paziente, il partner e le persone vicine necessitano d’interventi educativi mirati alla comprensione del trattamento, attraverso fasi d’apprendimento costanti e ripetute nel tempo. Durante i corsi, con l’aiuto di medici e infermieri, ed in collaborazione con alcuni tra i più importanti Centri di nefrologia e dialisi italiani, vengono affrontate alcune delle tematiche che caratterizzano la malattia renale e la dialisi peritoneale, in particolare: dieta e nutrizione, esercizio fisico, igiene e prevenzione delle infezioni, principi generali di dialisi e assunzione dei farmaci. Una serie di corsi interattivi che si pongono l’obiettivo di fornire indicazioni pratiche su come affrontare ogni giorno l’esperienza della malattia e della dialisi peritoneale.

La gestione dei corsi vede protagonisti non solo il nefrologo e l’infermiere ma anche altre figure specializzate come nutrizionisti, psicologi e fisiatri. Si parte dall’Ospedale "Santa Maria delle Croci" di Ravenna il prossimo 16 maggio. Seconda tappa a Roma, il 23 maggio presso l’Ospedale San Camillo, per poi proseguire in altri Centri di nefrologia e dialisi nel corso del 2018. Baxter è da sempre in prima linea nell’assistenza domiciliare dei pazienti in dialisi peritoneale, con un servizio a 360 gradi che accompagna e gestisce i malati attraverso un personale infermieristico dedicato, la consegna di prodotti e dispositivi direttamente a casa, un servizio di assistenza telefonica h24, un servizio di TravelClub che permette ai pazienti di poter gestire la loro terapia anche in vacanza.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.