IT   EN

Ultimi tweet

Innovazione: la Commissione della scienza sostiene la riforma della CTI

La Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura del Consiglio nazionale è entrata in materia con 16 voti contro 7 e 1 astensione sul disegno di legge Innosuisse e ha iniziato la deliberazione di dettaglio. Il disegno di legge costituisce la base legale per trasformare la Commissione per la tecnica e l’innovazione (CTI) in un istituto di diritto pubblico denominato «Innosuisse».

Prima del dibattito sull’entrata in materia la Commissione ha sentito rappresentanti della Conferenza dei direttori dell’economia pubblica (CDE), del Fondo nazionale svizzero (FNS), del Consiglio svizzero della scienza e dell’innovazione (CSSI), della Camera delle scuole universitarie professionali di swissuniversities nonché rappresentanti di economiesuisse e dell’economia privata. Le audizioni hanno evidenziato sia i punti forti, sia il potenziale di miglioramento dell’attuale sistema.
La maggioranza della Commissione ha elogiato il disegno di legge 15.080 n Innosuisse . Legge ed è convinta della sua rilevanza. È stato salutato in particolare il fatto che il progetto consente di raggiungere una maggiore efficienza, strutture più chiare e una maggiore trasparenza. Anche il nuovo compito di promozione delle nuove leve introdotto dal disegno è stato ben accolto. Una minoranza ritiene che il disegno di legge causi più burocrazia e maggiori costi e avrebbe quindi preferito che non si entrasse in materia.


La deliberazione di dettaglio del disegno di legge ha evidenziato che la Commissione segue il disegno del Consiglio federale riguardo agli obiettivi della nuova agenzia. Sono sorte discussioni in particolare sui compiti della prevista agenzia. La deliberazione di dettaglio proseguirà durante la prossima seduta.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.