IT   EN

Ultimi tweet

Inaugurato il nuovo pronto soccorso del Santo Spirito a Roma

Il primo nucleo di questo antico ospedale di Roma nacque nell’ottavo secolo proprio per ospitare i pellegrini che visitavano Roma.

Anche per il Giubileo che si sta per aprire, oggi come allora, il S.Spirito sarà il primo avamposto dell’accoglienza: il primo luogo di cura e assistenza per milioni di pellegrini che visiteranno San Pietro e il Vaticano.

Lavori conclusi in soli 158 giorni. Una grandissima prova di efficienza. In appena 158 giorni i lavori strutturali sono stati ultimati per dare ai cittadini di Roma e ai suoi visitatori un presidio per le emergenze completamente rinnovato.

Ecco alcune delle grandi innovazioni del nuovo pronto soccorso:

Triplicata la superficie, da 300 a 500 mq. L’investimento totale è di 1,5mln di euro, tutto questo ha consentito quasi di triplicare la superficie dell’attuale pronto soccorso e di rivoluzionare il modello di accoglienza e presa in carico dei pazienti, oltre che di comfort per gli accompagnatori.

Nuova sala d’attesa dedicata ai familiari,in stretta comunicazione con l’area operativa grazie a totem informativi e ad una apposita app per tablet e smartphone. Ad ogni accesso verrà assegnato un barcode con cui avere informazioni in tempo reale sul percorso del paziente, mentre operatori del servizio civile e volontari saranno a disposizione.

L’area di emergenza. Ora integra sullo stesso piano il PS con la Radiologia, la Breve Osservazione e la Medicina d’Urgenza. Particolarmente importante la riprogettazione dei percorsi: il flusso dei pazienti viene totalmente separato da quello degli accompagnatori e dei servizi.

Apparecchiature all’avanguardia. Come al solito non si tratta solo di rimbiancature o interventi solo strutturali, la Regione ha investito quasi 700mila euro del totale per l’acquisto di apparecchiature elettromedicali per offrire quindi livelli di cura e di intervento su standard altissimi.

Nuovo personale per affrontare i flussi straordinari previsti. Per garantire la copertura del fabbisogno la Asl Rm E ha beneficiato di deroghe per 9 dirigenti a tempo determinato e 27 unità di comparto. Inoltre 2 dirigenti medici a tempo indeterminato per il pronto soccorso prenderanno servizio entro dicembre.

Il nuovo centro prelievi. Infine, per migliorare la qualità dei servizi resi e dell’accoglienza negli spazi adiacenti al pronto soccorso. Sono stati aperti il nuovo centro prelievi e nuovo polo ambulatoriale.

Nuova Camera Calda. Ampliata e avanzata la camera calda, che consente un accesso diretto dei pazienti dall’ambulanza alla sala accoglienza e di indirizzare immediatamente il codice rosso ad una delle due sale operative.

“La presenza del presidente Renzi stamattina la interpreto come una sottolineatura a sostegno dell'immenso lavoro che ha visto protagonisti tutti gli operatori della sanità della Regione, protagonisti di una avventura straordinaria". Lo ha detto il Presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: dal 13 marzo quando il Santo Padre annunciò il Giubileo, in particolare per la sanità fu l'apertura di una fase straordinaria per tutti. In pochi mesi, e questo è accaduto in Italia, siamo riusciti a ristrutturare 12 pronto soccorso in città, e chi conosce il nostro Paese sa che è un risultato possibile perché il valore aggiunto è stato la passione e la dedizione. Noi cercheremo di essere all'altezza di questa dedizione"- ha detto ancora Zingaretti.

 Questo luogo è uno dei simboli delle iniziative per il Giubileo. Perché quando il Papa l'ha proposto è stato soprattutto come un ritorno alle origini, all'accoglienza e alla solidarietà. Il Giubileo non è solo
l'occasione per fare un po' di lavori e restauri, per mettere a posto strade e piazze, ma per ritrovare una dimensione umana che ci caratterizza. Noi abbiamo bisogno di un nuovo umanesimo" – è il commento del Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.