IT   EN

Ultimi tweet

In netto calo i morti sulle strade della Svizzera

Sono 85 le persone che nei primi sei mesi del 2016 hanno perso la vita sulle strade svizzere, mentre i feriti gravi sono 1671. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno il calo è rispettivamente di 32 e 75 unità. Questo il quadro semestrale del registro degli incidenti dell’Ufficio federale delle strade (USTRA).

Nella prima metà dell'anno in corso, le vittime della strada in Svizzera sono scese del 27% rispetto allo stesso periodo del 2015. Il calo è particolarmente marcato tra i motociclisti (- 62%) e i ciclisti (- 29%); le due ruote in generale registrano una diminuzione anche dei feriti gravi. Queste cifre sono molto probabilmente legate alle condizioni meteorologiche di questi primi mesi: in caso di cattivo tempo, infatti, gli utenti delle due ruote rinunciano a volte a spostarsi o ripiegano su altri mezzi di trasporto.

Sempre rispetto al primo semestre 2015 scende anche il numero di morti tra i pedoni (- 19%), mentre aumentano i feriti gravi (+ 29), la maggior parte sulle strisce pedonali.

Significativo il calo del numero di morti (- 42%) e feriti gravi (- 29%) anche su autostrade e semiautostrade, mai così basso da 25 anni.

La statistica semestrale degli incidenti stradali si basa sul registro tenuto dall'USTRA che rileva tutti i sinistri verificatisi su strade e piazze pubbliche con coinvolgimento di almeno un veicolo, motorizzato o non motorizzato, o di un pedone o di un mezzo simile a un veicolo.
Il bilancio a metà anno si intende provvisorio: i dati definitivi seguiranno nella primavera 2017.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.