IT   EN

Ultimi tweet

Il ruolo della speranza nella comunicazione della prognosi, convegno EOC a Bellinzona

La speranza mette in luce i punti di forza e di fragilità del principio di autonomia applicato alla comunicazione della prognosi: essere informati sulla malattia è un diritto e non un dovere.

Se ne parla a Bellinzona il 3 settembre, in occasione del convegno organizato dalla Fondazione Sasso Corbaro per leMedical Humanities in collaborazione con Comec Commissione di etica clinica dell'Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) e il sostegno di Banca del Sempione. L'appuntamento riunisce specialisti di diversi ambiti clinici e  discipline, facendosi così occasione di scambio reciproco per chi è impegnato nella cura dei malati e confrontato con i dilemmi etici posti dalla speranza.

Tra gli argomenti in programma dalle ore 13 presso la sala del consiglio comunale c'è il privilegio terapeutico e il diritto di non sapere, la speranza per i pazienti in cure palliative e la demoralizzazione e depressione in relazione al concetto di limite. Alle ore 20,30 invece si terrà a Castello Sasso Corbaro la conferenza pubblica su "A che serve la speranza?' con Yannis Constantinides, Filosofo, Facoltà di medicina, Université Paris -Sud 11

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.