IT   EN

Ultimi tweet

Il Patto trasversale per la scienza mette d’ accordo Grillo, Renzi e i medici

"Oggi è successa una cosa molto importante: Beppe Grillo e Matteo Renzi hanno sottoscritto (insieme a molti altri), un patto a difesa della scienza. Perché ci si può dividere su tutto ma una base comune deve esserci".

E' quanto scrive il prof. Roberto Burioni sul sito Medicalfacts. "La scienza deve fare parte di questa base. Perché non ascoltare la scienza significa non solo oscurantismo e superstizione, ma anche dolore, sofferenza e morte di esseri umani".

Ha detto Albert Einstein che la «scienza, al confronto con la realtà, è primitiva e infantileEppure è la cosa più preziosa che abbiamo». Oggi sono molto contento, perché due persone rivali e distanti sono d’accordo sul fatto che non possiamo permetterci di buttarla via.

L’appello

Rivolgiamo un appello a tutte le forze politiche italiane, affinché sottoscrivano il seguente Patto Trasversale per la Scienza e s’impegnino formalmente a rispettarlo, nel riconoscimento che il progresso della Scienza è un valore universale dell’umanità, che non può essere negato o distorto per fini politici o elettorali.

Patto Trasversale per la Scienza

1) Tutte le forze politiche italiane s’impegnano a sostenere la Scienza come valore universale di progresso dell’umanità, che non ha alcun colore politico, e che ha lo scopo di aumentare la conoscenza umana e migliorare la qualità di vita dei nostri simili.

2) Nessuna forza politica italiana si presta a sostenere o tollerare in alcun modo forme di pseudoscienza e/o di pseudomedicina che mettono a repentaglio la salute pubblica come il negazionismo dell’AIDS, l’anti-vaccinismo, le terapie non basate sulle prove scientifiche, ecc…

3) Tutte le forze politiche italiane s’impegnano a governare e legiferare in modo tale da fermare l’operato di quegli pseudoscienziati, che, con affermazioni non-dimostrate e allarmiste, creano paure ingiustificate tra la popolazione nei confronti di presidi terapeutici validati dall’evidenza scientifica e medica.

4) Tutte le forze politiche italiane s’impegnano a implementare programmi capillari d’informazione sulla Scienza per la popolazione, a partire dalla scuola dell’obbligo, e coinvolgendo media, divulgatori, comunicatori, e ogni categoria di professionisti della ricerca e della sanità.

5) Tutte le forze politiche italiane s’impegnano affinché si assicurino alla Scienza adeguati finanziamenti pubblici, a partire da un immediato raddoppio dei fondi ministeriali per la ricerca biomedica di base.

 

Beppe Grillo

Matteo Renzi

Roberto Accolla (Professore, Universita’ dell’Insubria, Varese)

Adriano Aguzzi (Professore, Universita’ di Zurigo, Svizzera)

Anna Aldovini (Professore, Harvard University, USA)

Andrea Antinori (Direttore di Dipartimento, Istituto Spallanzani, Roma)

Andrea Ballabeni (Ricercatore, Harvard School of Public Health, USA)

Vittoria Brambilla (Ricercatore, Universita’ di Milano)

Enrico Bucci (Professore, Temple University, USA)

Roberto Burioni (Professore, Universita’ San Raffaele, Milano)

Elena Carnevali  (Partito Democratico, Camera dei Deputati)

Gennaro Ciliberto (Presidente Federazione Italiana Scienze della Vita)

Massimo Clementi (Professore, Universita’ San Raffaele, Milano)

Tonina Cordedda (Attivista pro-scienza) 

Andrea Cossarizza (Professore, Universita’ di Modena)

Giulio Cossu (Professore, University of Manchester, UK)

Carlo Croce (Professore, Ohio State University, USA)

Gerardo D’Amico (Giornalista RAI ed attivista pro-scienza)

Sergio De Muro (Attivista pro-scienza)

Salvo Di Grazia (Medico e scientific de-bunker)

Dora & Il Gruppo HIVforum (Attivisti nella Lotta all’AIDS)

Elena Fattori (Senatore e ricercatrice)

Guido Ferrari (Professore, Duke University, USA)

Guido Frosina (Dirigente Sanitario, Ospedale San Martino, Genova)

Andrea Gori (Professore, Universita’ di Milano)

Giuliano Grignaschi (Segretario generale Research 4Life)

Ranieri Guerra (Direttore Associato, OMS/WHO, Ginevra, Svizzera)

IRCCS Istituto Giannina Gaslini di Genova

Lucia Lopalco (Ricercatore, Universita’ San Raffaele, Milano)

Pier Luigi Lopalco (Professore, Universita’ di Pisa)

Mario Melazzini (Direttore Scientifico Centrale ICS Maugeri)

Gerry Melino (Professore, Cambridge University, UK)

Enrico Mentana (Giornalista e direttore di TG-La7)

Desideria Mini (Biologo molecolare ed attivista pro-choice e pro-scienza)

Mirko Paiardini (Professore, Emory University, USA)

Giorgio Palu’ (Professore, Universita’ di Padova)

Diego Pavesio (Medico ed attivista pro-scienza)

Guido Poli (Professore, Universita’ San Raffaele, Milano)

La Redazione di Sanità24 (Radio24, Gruppo Il Sole 24 Ore)

Mario Riccio (Medico e attivista pro-scienza)

Wilhelmine Schett, conosciuta come Mina Welby (Attivista pro-scienza e scrittrice)

Ulrike Schmidleithner (Blogger e attivista pro-scienza)

Romano Scozzafava (gia’ Professore, Università La Sapienza, Roma) 

Guido Silvestri (Professore, Emory University, USA)

Stefano Zona (Medico ed attivista pro-scienza)

(I nomi sono citati in ordine alfabetico)

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.