IT   EN

Ultimi tweet

Il defibrillatore indossabile riduce la mortalità complessiva, ma non le morti improvvise dopo infarto #ACC18

Indossare un gilet leggero dotato di un defibrillatore cardioverter che rileva ritmi cardiaci anormali oltre a prendere i farmaci raccomandati è associato a una riduzione della probabilità di morire durante i primi 90 giorni successivi a un infarto in persone la cui funzione cardiaca è stata compromessa, secondo uno studio presentato alla 67a sessione scientifica annuale dell'American College of Cardiology (ACC) in corso a Orlando (Florida).

Le persone che indossavano il defibrillatore cardioverter indossabile (WCD) durante il periodo di studio avevano il 35% di probabilità in meno di morire per qualsiasi motivo rispetto a coloro che ricevevano da soli i farmaci. Sebbene lo studio non abbia riscontrato un beneficio significativo in termini di riduzione della morte cardiaca improvvisa (endpoint primario), lo studio ha rilevato che il defibrillatore indossabile era associato a un minor numero di decessi complessivi.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.