IT   EN

Ultimi tweet

Il Consiglio federale intende sostenere la candidatura olimpica

Per il Consiglio federale i Giochi olimpici rappresentano una grande opportunità per lo sport, l’economia e la società in Svizzera. Intende quindi sostenere il progetto «Sion 2026». Nella sua seduta del 18 ottobre 2017 ha definito la partecipazione massima della Confederazione e i parametri fondamentali.

II sostegno finanziario ai Giochi olimpici invernali del 2026 ammonterà a un miliardo di franchi circa. A inizio agosto Swiss Olympic aveva presentato alla Confederazione una domanda di sostegno per la candidatura di «Sion 2026» e per lo svolgimento dei Giochi olimpici e paralimpici invernali 2026 in Svizzera. Nel frattempo il comitato, l’associazione «Sion 2026», ha approfondito la documentazione relativa alla domanda e l’Ufficio federale dello sport UFSPO l’ha esaminata, coinvolgendo il gruppo di lavoro interdipartimentale istituito dal Consiglio federale nel dicembre del 2016. Sfruttare le infrastrutture esistenti e promuovere lo sviluppo economico Nella sua seduta il Consiglio federale ha preso atto dello stato degli accertamenti e ha accolto positivamente il progetto dell’associazione «Sion 2026».

Approva infatti quest’aspirazione e afferma che i Giochi olimpici invernali potrebbero rappresentare una grande opportunità per lo sport, l’economia e la società del nostro Paese. Determinante per la sua decisione è, tra l’altro, il fatto che il progetto «Sion 2026» si basi in gran parte sulle infrastrutture esistenti e abbia come obiettivo quello di svolgere i Giochi secondo i principi odierni di sostenibilità. Tra questi rientra, ad esempio, la decentralizzazione: i luoghi in cui si svolgeranno le competizioni si trovano in diversi Cantoni, i trasporti sono pianificati principalmente servendosi dei mezzi di trasporto pubblici.

Il Consiglio federale ritiene che i Giochi possano portare un beneficio significativo alla convivenza in tutto il Paese e allo sviluppo economico, in particolare nelle regioni di montagna. Il Consiglio federale approva quindi la fattibilità del grande evento sia a livello tecnico che a livello finanziario anche sulla base dei presupposti esistenti e del budget dell’associazione «Sion 2026». I budget esaminati da esperti indipendenti di PricewaterhouseCoopers SA Svizzera confermano inoltre che non è possibile svolgere una manifestazione di questa portata senza il sostegno degli enti pubblici. Il Consiglio federale ha definito i seguenti importi massimi con cui la Confederazione intende sostenere il progetto (importo indicizzato sulla base dell’indice nazionale dei prezzi al consumo, stato settembre 2017, senza tener conto delle conseguenze fiscali): 8 milioni di franchi per il budget destinato al finanziamento della candidatura, per cui gli organizzatori prevedono 25 milioni di franchi; 827 milioni di franchi per il budget destinato allo svolgimento dei Giochi, per cui gli organizzatori prevedono uscite di circa 1,98 miliardi di franchi ed entrate di 1,15 miliardi di franchi.

Il DDPS è stato incaricato di chiarire, nel quadro dell’elaborazione del messaggio, le modalità per assicurare la limitazione di questa garanzia del deficit; 31 milioni di franchi per le infrastrutture necessarie allo svolgimento dei giochi, per cui gli organizzatori prevedono complessivamente 100 milioni di franchi. Questi investimenti serviranno sostanzialmente ad adeguare gli impianti già esistenti alle esigenze dei Giochi; per quanto riguarda la sicurezza degli spazi pubblici la partecipazione ai costi che devono assumersi i Cantoni per le forze di polizia sarà del 20 per cento; sulla base delle stime attuali ammonta a 44 milioni di franchi. La Confederazione verserà inoltre 85 milioni di franchi per le spese supplementari per gli organi di sicurezza della Confederazione. Complessivamente i costi per la sicurezza degli spazi pubblici ammonteranno presumibilmente a 303 milioni di franchi. Da queste partecipazioni massime della Confederazione risulta una somma complessiva di 995 milioni di franchi. Sostegno da parte della popolazione Come sottolinea il Consiglio federale, il sostegno della popolazione è fondamentale per la riuscita del progetto.

La partecipazione della Confederazione presuppone decisioni positive dei parlamenti e della popolazione dei Cantoni in cui si svolgeranno i Giochi. In caso di decisione negativa in un Cantone vi sarà la possibilità di vagliare località alternative per le gare. Il Consiglio federale ha incaricato il DDPS di preparare entro la fine dell’anno una procedura di consultazione relativa al progetto «Sion 2026». In previsione di un eventuale messaggio al Parlamento, il DDPS è stato inoltre incaricato di elaborare concetti e requisiti come presupposto per un sostegno da parte della Confederazione, menzionando in particolare l’eredità che i Giochi lasceranno alla Svizzera e una rappresentanza adeguata della Confederazione e dei Cantoni negli organi del comitato «Sion 2026».

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.