IT   EN

Ultimi tweet

Il Consiglio federale aggiorna la sua politica estera in materia di salute

Il Consiglio federale intende concentrare il suo impegno internazionale in materia di salute su sei obiettivi principali, fra cui un'assistenza sanitaria sostenibile, un ordinamento sanitario internazionale solido e la protezione dai rischi per la salute a livello mondiale.

Nella sua seduta del 15 maggio, ha adottato una nuova politica estera in materia di salute per gli anni 2019−24, tenendo conto delle attuali sfide globali e ispirandosi all'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per uno sviluppo sostenibile.

La politica estera in materia di salute è tesa a migliorare la tutela della salute in Svizzera e a contribuire alla salute globale. Promuove inoltre la collaborazione tra i servizi federali e favorisce il fatto che la Svizzera occupi posizioni coerenti a livello internazionale. Il Consiglio federale ha adottato la sua prima politica estera in materia di salute nel 2012. La versione aggiornata definisce per gli anni 2019−24 sei ambiti in cui la Svizzera interverrà a titolo prioritario: tutela della salute e crisi umanitarie, accesso agli agenti terapeutici, un'assistenza sanitaria sostenibile e digitalizzazione, fattori determinanti per la salute, governance nell'ordinamento sanitario internazionale e politica in materia di dipendenze.

Per quanto concerne la tutela della salute e le crisi umanitarie, la Svizzera intende proteggere meglio la sua popolazione dai rischi per la salute globali e in quest'ottica s'impegna in seno all'Organizzazione mondiale della sanità OMS per rafforzare il sistema internazionale per l'individuazione precoce, la sorveglianza e la prevenzione delle malattie trasmissibili e per la lotta contro di esse. È inoltre attiva nella lotta alla crescente resistenza agli antibiotici convenzionali e intende contribuire a migliorare l'accesso globale a medicamenti e ad altre tecnologie sanitarie di qualità. Infine, si adopera per assicurare un'assistenza di base generale ovunque, anche in situazioni di crisi. 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.