IT   EN

Ultimi tweet

Il Consiglio federale accetta di prorogare temporaneamente la limitazione del numero di medici

I Cantoni devono poter limitare, se necessario, il numero di medici nel quadro dell’assicurazione malattie. Nella seduta del 17 ottobre 2018, il Consiglio federale si è detto favorevole all’iniziativa della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale di prorogare la normativa vigente fino all’estate del 2021.

Tuttavia, parallelamente a questa proroga, raccomanda di avviare al più presto i dibattiti di fondo sul progetto del Consiglio federale, allo scopo di trovare una soluzione durevole per l’autorizzazione a esercitare nel settore ambulatoriale.

La disposizione legale che abilita il Consiglio federale a limitare l’autorizzazione a esercitare a carico dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) e che concerne i medici esercitanti in uno studio o nel settore ambulatoriale di un ospedale giungerà a scadenza il 30 giugno 2019. Le esperienze maturate nei Cantoni mostrano tuttavia che il regime attuale di limitazione delle autorizzazioni, non applicabile ai medici che hanno esercitato per almeno tre anni in un centro svizzero di formazione riconosciuto, non permette di ridurre l’offerta né di migliorare la qualità delle prestazioni o di favorire l’insediamento di medici nelle regioni periferiche sottodotate.

Il 9 maggio 2018, il Consiglio federale ha sottoposto al Parlamento il messaggio concernente la revisione parziale della LAMal relativa all’autorizzazione dei fornitori di prestazioni. Questo progetto prevede esigenze più elevate per i fornitori di prestazioni autorizzati a esercitare a carico dell’AOMS e intende rafforzare la qualità e l’economicità delle prestazioni. Propone inoltre ai Cantoni uno strumento più efficace per controllare l’offerta e contenere i costi.

Al fine di garantire una continuità con il nuovo disciplinamento, il Parlamento dovrà dibattere quanto prima il progetto del Consiglio federale. Se non ci riuscirà in tempo utile, ci sarà nuovamente una lacuna a livello di limitazione delle autorizzazioni. Per evitare una tale situazione e prevenire il rischio di un considerevole aumento del numero di medici autorizzati a esercitare, il Consiglio federale è favorevole alla proposta di prorogare di altri due anni il disciplinamento transitorio in vigore.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.