IT   EN

Ultimi tweet

‘I 7 Tè di Roma’, un viaggio sensoriale nella Città Eterna

 

La sfida è stata dare nuovi colori, profumi e sapori a Roma, una città che sembra ormai aver detto tutto alla storia e che invece non smette mai di stupire e di rinnovare il fascino agli occhi del mondo. E la sfida di aprirsi ai gusti dell’Oriente con uno sguardo alla ‘tradizione’ inglese è stata vinta da tre donne: Chiara Bedini, titolare del Babingtons di Roma, Carla Massi, sommelier di tè e giornalista scientifico del Messaggero e Melania Francis Lopez analista sensoriale (http://www.babingtons.com).

E’ nato così un percorso di degustazione in 7 tappe con miscele naturali, ognuna legata a un monumento, una pittura, uno scorcio della Città Eterna, una testimonianza della storia. Si va da ‘Roma in Love’ (Paolina Borghese), miscela di 7 tè neri, fiori, cedro vaniglia, emana sensualità e dolcezza, all’ ‘Universo di Michelangelo’ (Cappella Sistina), con tè oolong, malva, menta e pepe rosso, passando per la ‘Passeggiata ai Fori’ (Fori Imperiali) con 5 tè neri con vaniglia e fiori che evocano note romantiche ed eleganti. Il percorso prosegue con ‘In tè veritas’ (La bocca della verità), tè verde Pinhead Gunpowder con fiori di lavanda, menta e vaniglia, ‘Il tè dell’Imperatore’ (Il Colosseo) con una potente miscela di 9 diversi tè neri con fiori di cannella, arancio e calendula per finire con ‘Arriverci Roma’ dedicata alla Fontana di Trevi. Lanciare una monetina con le spalle al monumento porta fortuna ed è augurio di tornare a Roma: una miscela di tè bianco fresca e agrumata con sfumature di mela e arancia.

Accanto a questi meravigliosi tè, che è possibile acquistare anche online e non solo da Babingtons in Piazza di Spagna, c’è ancora una sorpresa: Il libro “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie”, scritto da Lewis Carroll, compie quest’anno 150 anni ed è stato pensato di costruire 3 miscele nuove dedicate proprio ad Alice (tè nero con sentori predominanti di miele, vaniglia e frutti rossi), al Coniglio Bianco (miscela con di tè bianco con lavanda, vaniglia e rosa) e al Cappellaio Matto (tè nero profumato al cedro, patchouli e rosa di sandalo).

«Nel libro ci sono ben 25 riferimenti al tè- ci racconta Carla Massi- e allora abbiamo voluto fare un omaggio a questo straordinario personaggio, che cade nella tana di un coniglio bianco e finisce in un mondo popolato da animali umanizzati, diventando una delle storie più lette e amate in tutto il mondo».

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.