IT   EN

Ultimi tweet

Humanitas University inaugura l’Anno Accademico

L’inaugurazione dell’Anno Accademico 2016/17 di Humanitas University conferma il legame tra ricerca e formazione. Alla cerimonia, che ha aperto oggi ufficialmente il terzo anno di attività per l’Università, i 700 studenti provenienti da tutto il mondo hanno assistito alla lectio magistralis di Marc Feldmann, Professore Emerito presso il Kennedy Institute of Rheumatology, University of Oxford.

Un momento molto importante per l’Università, reso ancora più speciale dalla lezione magistrale del prof. Feldmann, che con il suo lavoro di ricerca ha aperto la strada all’uso di strategie mirate per la terapia di malattie autoimmuni e infiammatorie come l’artrite reumatoide.

L’inaugurazione dell’Anno Accademico ha visto la presenza dell’Assessore al Welfare Regione Lombardia Giulio Gallera, dei sindaci Barbara Agogliati (Rozzano) e Paolo Festa (Pieve Emanuele).

La cerimonia è stata aperta dal Presidente di Humanitas Gianfelice Rocca.

Il rettore Montorsi: formazione e ricerca sempre più internazionale 

“Il bilancio dei nostri primi tre anni di vita è molto positivo - spiega il rettore di Humanitas University Marco Montorsi. E’ cresciuto il numero di studenti, abbiamo aperto nuovi corsi di laurea e scuole di specializzazione. In linea poi con l’animo internazionale del nostro Ateneo e con la nostra vocazione di Istituto di Ricerca, i nostri docenti non solo hanno maturato tutti significative esperienze all’estero, ma sono anche clinici con un indice di produttività scientifica molto elevato. Un valore importante per la formazione dei nostri studenti”.

La lezione magistrale di Marc Feldmann

Ospite d’onore della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico di Humanitas University, Marc Feldmann, il cui lavoro di ricerca sul sistema immunitario e sul ruolo delle citochine nei disturbi infiammatori è stato fondamentale per aprire nuove prospettive di ricerca e cambiare la cura di alcune malattie, come per l’artrite reumatoide. Su questo si innesta anche il lavoro del prof. Alberto Mantovani che ha dimostrato come i meccanismi dell’immunità e dell’infiammazione siano sottesi a malattie fra loro molto diverse, dai tumori fino a quelle auto-infiammatorie. “La ricerca in questo ambito è fondamentale perché ha portato ad un cambiamento di paradigma in Medicina: le malattie non sono sostenute esclusivamente da agenti infettivi, ma anche da un dialogo sbagliato fra le cellule del sistema immunitario - spiega Alberto Mantovani, prorettore e docente di Humanitas University – Attualmente i progressi sono stati fatti soprattutto nella cura dei sintomi di queste malattie ma non sull’origine, consentendo cosi di intervenire prima che insorgano. Per questo è molto importante continuare a fare ricerca per riuscire a tradurre le nostre scoperte in un beneficio concreto per il paziente.”

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.