IT   EN

Ultimi tweet

Grigliare correttamente previene il rischio di malattie alimentari

Con l’arrivo del caldo si apre la stagione delle grigliate. Chi osserva le regole d’igiene anche grigliando riduce il rischio di contrarre malattie alimentari. Ogni anno circa 7000 persone si ammalano di campilobatteriosi, una grave infezione che causa diarrea. Vale quindi la pena osservare le principali regole di base.

Nelle sere calde e durante gli Europei di calcio, tra il primo e il secondo tempo, ci si dedica spesso e volentieri alla griglia. Una preparazione o conservazione scorrette della carne possono però comportare infezioni, dato che la carne cruda e il pollame possono contenere per natura germi patogeni. È importante osservare poche e semplici regole: chi griglia correttamente, mangia in tutta sicurezza!

SEPARARE CORRETTAMENTE 

  • Evitare di utilizzare le stesse stoviglie per la carne cruda o marinata e la carne cotta sul grill; l’ideale è servire la carne cotta direttamente nel piatto.
  • Evitare di riutilizzare i resti della marinata per condire altri cibi crudi, come la salsa per l’insalata; non leccarsi le dita dopo aver messo la carne cruda sul grill.
  • Utilizzare sempre taglieri, utensili da cucina e piatti diversi per gli alimenti da grigliare e gli alimenti da consumare crudi – questo vale anche per la preparazione dei contorni, come ad esempio l’insalata.
  • Evitare assolutamente che il succo della carne scongelata entri in contatto con i cibi grigliati o crudi.

 CUOCERE CORRETTAMENTE

  •  Cuocere bene la carne, soprattutto il pollame o anche gli hamburger: la carne non deve essere cruda all’interno.

Le regole di base, i video sulla corretta preparazione e il promemoria «Una grigliata in ambiente igienico» sono consultabili sul sito web: www.sicurezzaatavola.ch. 
Nell’aprile del 2016 l’USAV ha lanciato la campagna informativa «Preparare correttamente – Consumare in tutta sicurezza». La campagna – sostenuta da Centro di formazione per l’economia della carne svizzera, Aldi Suisse SA, Aviforum, Coop/Bell, Kneuss, Lidl, Migros/Micarna, Proviande, Unione svizzera dei contadini, Unione professionale svizzera della carne e Produttori di pollame svizzero – mira ad aiutare a ridurre le infezioni da Campylobacter, sensibilizzando i consumatori alla corretta preparazione e conservazione della carne cruda.


 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.