IT   EN

Ultimi tweet

GRAVIDANZA: RIVELATO IL SEGRETO DELLA COMUNICAZIONE TRA MAMMA E FETO

Svelato il mistero su come le cellule della mamma e del proprio feto comunicano durante la gravidanza. «Durante la gravidanza, c'è una comunicazione costante tra le cellule materne e fetali, utilizzando 'sacche' piene di sostanze chimiche chiamate esosomi- spiega Ramkumar Menon, professore associato di ostetricia e ginecologia dell'UTMB (Università del Texas Medical Branch) di Galveston negli Stati Uniti- I nostri studi precedenti hanno dimostrato che gli esosomi fetali segnalano al corpo della madre che i suoi organi sono completamente maturati, il che innesca il travaglio e il processo del parto. alla luce di ciò, abbiamo cercato di conoscere meglio l'estensione e le capacità di questo sistema di comunicazione, per sviluppare nuovi modi per monitorare e aiutare il feto durante la gravidanza».

L'obiettivo dei ricercatori dell'UTMB e dei colleghi dell'UTM del Korea Advanced Institute of Science and Technology in Corea del Sud, infatti, è di sviluppare nuovi metodi non invasivi di monitoraggio e miglioramento della salute del feto. I risultati sono stati pubblicati nell'American Journal of Obstetrics and Gynecology.


Per testare il traffico di esosomi e la loro funzione, il team di ricerca ha utilizzato topi geneticamente ingegnerizzati: in questo modo sono state studiate proteine colorate di rosso o di verde in base ai campioni di sangue e tessuti fetali e materni.


I ricercatori hanno scoperto che l'isolamento e la tracciabilità degli esosomi fetali, che viaggiano verso la parte materna è un utile indicatore della salute e dello sviluppo del feto, che può essere misurato in campioni di sangue materno, ottenuto in modo minimamente invasivo. Allo stesso modo, ora è chiaro che il traffico di esosomi dalla parte materna al feto produce cambiamenti funzionali.

«Abbiamo appena ricevuto un contratto triennale da 1,5 milioni di dollari - conclude Menon - per testare un nuovo approccio nel trattamento delle nascita pretermine. Verificheremo l'utilità di farmaci racchiusi in esosomi, che possono potenzialmente attraversare la barriera della placenta, raggiungere il feto e prevenire l'infiammazione fetale, una delle principali cause della nascita pretermine per la quale non esiste attualmente alcun trattamento farmacologico». I neonati di basso peso rappresentano il 5-10% di tutte le nascite. Ogni anno, nel mondo, nascono prima del termine circa 13 milioni di bambini, mezzo milione nella sola Europa. In Italia (dati del 2012) costituiscono il 7,2% (38.500), mentre quelli al di sotto dei 1500 g circa l'1% dei nati ogni anno (5.500).

Antonio Caperna

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.