IT   EN

Ultimi tweet

Garcia: "Giocare con la testa. Le partite sono 2". Verso Roma-Napoli di Coppa Italia

Roma-napoli-streaming

Rudi Garcia presenta la partita contro il Napoli di Coppa Italia

Se siamo fortunati a non aver giocato domenica? Può essere, perché i nostri avversari sono scesi in campo e hanno anche perso: sul piano psicologico questo aspetto può contare. Noi dal punto di vista fisico staremo bene, ma alcuni non avranno il ritmo partita perché non giocano da dieci giorni. Le risposte le avremo solo domani. Le parole di Reja? Avremo il tempo di parlarne, domani si gioca la Coppa Italia.

INSIDIE
Io non temo niente del Napoli, ho rispetto per tutti e soprattutto per la loro buona squadra. Stanno attraversando un momento difficile, è vero, ma potrebbero anche avere una reazione. La cosa importante è capire che la semifinale si gioca su due partite, 180 minuti, forse di più. La nostra ambizione è di prendere un’opzione sulla qualificazione, ma al termine di questa semifinale di andata ci sarà comunque il ritorno da giocare in casa loro.

NAPOLI
I nostri avversari hanno problemi in difesa? È vero che quando una squadra difende bene è più facile vincere le partite, ma bisogna anche saper attaccare: con trentotto 0-0 in campionato si va in serie B. Nessuno ha dubbi sul valore del Napoli. Domani, però, sarà una partita diversa rispetto a quella giocata a ottobre. Giocheremo all’Olimpico e dovremo sfruttare questo dettaglio. Sarà importante non prendere gol il casa, perché si giocherà su due partite.

NAINGGOLAN?
Nessuno è perfetto, ma Radja è davvero un giocatore forte. Sa aiutare sia sotto il punto di vista offensivo, sia sotto quello difensivo. Forse può  migliorare sul gol, perché ha un bel tiro e potrebbe segnare da lontano oppure facendo più inserimenti offensivi. È bravo sul gioco lungo e su quello di prima intenzione. Non è solo un buon acquisto sul piano calcistico, ma anche dal punto di vista umano: è una grande persona. Sembra che sia con noi dal ritiro estivo.

CONDIZIONI
Il problema di tenuta fisica sarà più legato alla gara di ritorno, ma non mi piace fare calcoli: spesso se si fa un piano non è detto che lo si possa seguire come previsto, magari arriva un infortunio o una squalifica a scombinare tutto. Tutti i giocatori sanno che le quattro che he avremo nei prossimi giorni sono tutte gare importanti. Dobbiamo saper scendere in campo, come abbiamo sempre fatto da inizio stagione.

CAMMINO
La partita di coppa è la più importante semplicemente perché è la prossima, ma da giovedì ci concentreremo sul campionato. Con una partita in meno da giocare dobbiamo stare attenti a non considerare già i tre punti messi in tasca: dobbiamo ancora giocare contro il Parma. Non è il momento di pensarci, però: domani c’è il Napoli e ci sarà un ambiente degno di una grande gara. Speriamo di vedere una bella partita, perché dal punto di vista tattico dobbiamo tener conto che si gioca su due gare: i gol segnati e i dettagli saranno più importanti del solito.

TURN OVER
Dopo la sosta abbiamo giocato una partita di campionato, con la seconda di coppa a soli tre giorni di distanza. Per questo non abbiamo fatto giocare tre partite di fila ai giocatori. Oggi è differente. Anche contro la Juve era una partita difficile, ma siamo riusciti a vincere. Domani il Napoli avrà ambizioni da grandi squadra e giocherà con i suoi migliori giocatori: loro, come noi, vorranno andare in finale. Noi giocheremo per la Coppa e lo faremo al 100%.

DIFESA
Toloi non sarà convocato a causa di una influenza che aveva dal Brasile. Gli altri, esclusi Balzaretti e Dodò, saranno tutti pronti a giocare. Con quattro partite in pochi giorni ci sarà spazio per tutti. Dobbiamo pensare di giocare con calciatori che sono al 100%. Nella  prima gara non va fatto nessun calcolo. Dobbiamo andare avanti e giocare per vincere. Da giovedì penseremo a come preparare il derby.

SOCIAL
Se ho mai chiesto ai miei ragazzi di non esasperare i toni sui social network? A inizio stagione c’è sempre una linea comune. Io parlo con i miei calciatori, sempre. Con i social ormai si può dire tutto. Sul piano personale i giocatori sono liberi, ma su quello professionale devono fare attenzione. Quando una cosa è scritta è difficile tornare indietro. Sono tranquillo, perché i miei sono giocatori sono intelligenti, ma dobbiamo stare molto attenti.

CICLO
Se le prossime quattro partite saranno decisive per la nostra stagione? non penso. La cosa certa è che la certezza della finale di Coppa si giocherà in una sola settimana. Il campionato è ancora lungo e niente è ancora certo per nessuno. Per il momento stiamo semplicemente facendo una buona stagione. Siamo forti mentalmente, vogliamo sempre vincere: andremo avanti così fino alla fine della stagione.

RECUPERO
Per il recupero di Roma-Parma si dovrà prendere in esame tutte le date disponibili. Si parla di inizio aprile. Per questo ho detto di fare attenzione: abbiamo tre punti in meno, per ora, e contro il Parma dobbiamo ancora giocare.

TOTTI
Francesco è un ragazzo come gli altri, ne abbiamo già parlato. Quando è al 100% è meglio averlo in campo, questo è certo. Abbiamo bisogno di lui e la scelta intelligente è quella di non rischiarlo sempre. C’è da gestire il piano fisico, come per altri giocatori. Alcuni riescono a giocare tutte le partite in tre giorni, altri vanno gestiti.

CENTROCAMPO
Noi dobbiamo avere un centrocampo fisico e tecnico, con entrambe le caratteristiche. Non basterà fare una buona partita a metà campo. Bisogna giocare con la testa: la qualificazione si troverà giocando su due partite.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.