IT   EN

Ultimi tweet

FEDERFARMA VERONA: AUSILI MEDICI POSSONO ESSERE RICHIESTI CON IVA AL 4% E NON AL 22%

Federfarma Verona comunica che è possibile operare in farmacia cessioni a pagamento diretto, cioè a carico del paziente (*), di ausili per incontinenza ed altro, ad Iva agevolata al 4% in favore di pazienti affetti da menomazioni funzionali permanenti.

Lo status del paziente deve essere dimostrato dall’originale oppure dalla copia fotostatica della prescrizione autorizzativa emessa dall’Ulss di competenza e il documento deve essere acquisito dalla farmacia all’atto della consegna dei prodotti in questione.

L’aliquota del 4% viene applicata ad alcuni prodotti, oltre agli assorbenti per l’incontinenza, come le sacche utilizzati per la raccolta delle feci e delle urine di pazienti che hanno subito operazioni chirurgiche modificative di tali funzioni, quali pazienti colostomizzati, ileostomizzati e urostomizzati ed anche le parti e gli accessori per poltrone e veicoli simili per invalidi (es. cuscino antidecubito). «È giusto informare pazienti e parenti di questa possibilità – sottolinea Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona l’Associazione dei titolari di Farmacia - che può indurre un vantaggio immediato di spesa per le famiglie.

Si tratta infatti di 18 punti percentuali in meno che in termini economici significa, solo per fare un esempio, un risparmio di circa 2 euro su una confezione da 12 euro di assorbenti per l’incontinenza che venga saldata all’atto della consegna degli ausili stessi. Inoltre, sempre nel caso dell'acquisto da parte del paziente, la farmacia, procederà ad effettuare fatturazione, documento utile alla detrazione fiscale».

(*) Le forniture che vengono effettuate all'Ulss per queste tipologie di pazienti da sempre sono al 4% di Iva.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.