IT   EN

Ultimi tweet

Fecondazione in vitro: meno richieste in Svizzera

Nel 2013, 6180 coppie che desideravano avere dei figli hanno fatto ricorso alla fecondazione in vitro. Il trattamento ha indotto una gravidanza in oltre un terzo delle donne che vi sono ricorse, consentendo la nascita di 1891 bambini vivi.

Sono questi alcuni dei nuovi risultati della statistica della procreazione medicalmente assistita 2013 pubblicati dall’Ufficio federale di statistica (UST).

Il numero delle donne che hanno iniziato un trattamento nel corso dell’anno è diminuito rispetto al 2012 (-7%) come pure il numero totale di donne sottoposte a trattamento (-2%). La diminuzione si osserva sia nelle coppie domiciliate in Svizzera che in quelle domiciliate all'estero, seppure fra queste ultime in modo più marcato. Nel 2013 le coppie domiciliate all'estero erano il 16% del totale delle coppie sottoposte a trattamento contro il 18% nel 2012. Nell'anno in esame il numero dei bambini nati vivi è diminuito del 5% rispetto a quello precedente. L'aumento costante delle coppie che ricorrono alla procreazione medicalmente assistita osservato tra il 2002 e il 2010 ha dunque smesso e da allora si constata persino una leggera diminuzione.
 
L'età delle donne sottoposte al trattamento è superiore a quella delle altre madri
Le donne che nel 2013 hanno iniziato una terapia avevano in media 36,2 anni e il loro compagno 39,4. Le età rimangono relativamente stabili rispetto agli anni precedenti. A titolo di confronto, in Svizzera nel 2013 l'età media delle donne alla maternità era di 31,6 anni. L’infertilità maschile resta l'indicazione più frequente (39%) seguita dall’infertilità della coppia (31%) e dall’infertilità femminile (17%). Nel 13% dei casi, non è stato possibile determinare le cause dell'infertilità. Nel 2013, il 5% delle coppie che si sono sottoposte a un trattamento hanno fatto ricorso a una donazione di sperma.

500 gemelli e 12 trigemini
Nel 2013, il 36% delle donne sottoposte al trattamento sono giunte alla gravidanza. Le donne sottoposte al trattamento hanno effettuato in media 1,8 cicli. Ciò equivale a un tasso di successo per ciclo pari al 20%. Tre quarti delle gravidanze sono state portate a termine. Nel 15% dei casi le donne sottoposte a una procreazione medicalmente assistita hanno partorito più di un figlio (250 parti gemellari e 4 trigemini). È il tasso di parti plurimi più basso registrato dal 2002.
 
I trattamenti hanno consentito la nascita di 1891 bambini vivi. Tra loro, 1581 sono nati da madri residenti in Svizzera, ossia poco meno del 2% di tutte le nascite registrate nel nostro paese.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.