IT   EN

Ultimi tweet

ESTATE: SANDALI E PISCINE, MA OCCHIO ALLE MICOSI

 

Arrivano le giornate calde e con loro vestiti estivi e scarpe aperte. Attenzione, però, perché così il nostro corpo è più a contatto con gli agenti esterni e di conseguenza è più esposto al possibile contagio di micosi cutanee.

“Le micosi cutanee sono determinate da miceti, più semplicemente chiamati funghi, in grado di diffondersi sulla pelle e sugli annessi cutanei ovvero sui peli e sulle unghie”, spiega Dott. Marco Fumagalli Medico Chirurgo-specialista in Dermatologia, Fondatore e Direttore sanitario del Centro di Dermatologia Integrata e Medicina Preventiva.  “Per riconoscerle un primo segnale d’allarme può essere rappresentato da un arrossamento localizzato, con una leggera desquamazione, soprattutto nelle pieghe inguinali o negli spazi tra le dita dei piedi. In alcuni casi le lesioni sono “umide” o macerate e associate spesso al prurito. Il fungo attecchisce più facilmente nelle pieghe, poiché in quelle zone l’aumento di temperatura e umidità favorisce la proliferazione del fungo”. 

 

In caso di micosi un valido aiuto viene dai farmaci di automedicazione o da banco (o OTC dall’inglese Over The Counter), ossia quelli senza obbligo di prescrizione, riconoscibili grazie al bollino rosso che sorride apposto sulla confezione e acquistabili senza ricetta medica perché nel loro impiego diffuso e di lungo corso si sono dimostrati sicuri, efficaci ed hanno ricevuto un’apposita autorizzazione da parte dell’Autorità Sanitaria.

 

Categorie di farmaci disponibili: antimicotici per uso topico, cioè da applicare direttamente sulle aree in cui si è sviluppata l’infezione.

 

I Consigli:

 

  • Se la micosi è sulle unghie, attenzione a coprirla con lo smalto colorato, soprattutto se di quelli a lunga durata, perché potreste non accorgervi dell’eventuale estensione della micosi.
  • In piscina e nei lidi usate sempre le ciabattine, perché i luoghi umidi sono ideali per il proliferarsi di funghi.
  • Attenzione anche all’utilizzo di asciugamani e teli da bagno: sempre meglio, infatti, non condividerli con nessuno per ridurre il rischio di venire a contatto con funghi potenzialmente nocivi per la nostra pelle.
  • Asciugarsi bene dopo il bagno e la doccia, anche quando fa molto caldo, perché quando l’epidermide rimane umida i funghi eventualmente presenti sulla pelle crescono e si riproducono con estrema facilità.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.