IT   EN

Ultimi tweet

Epatite C: MSD riceve il “Premio delle Nazioni”

MSD premiata anche per l’impegno nella lotta alle patologie ad alto impatto sociale: un impegno testimoniato dai numerosi progetti educazionali che utilizzano il linguaggio del cinema e delle arti come potente strumento di sensibilizzazione del pubblico. Con questa motivazione è stato consegnato a MSD Italia il “Premio delle Nazioni”, prestigioso riconoscimento cinematografico.

In occasione della premiazione è stato presentato, in anteprima per l’Italia, il documentario “HEP C Free”, realizzato dalla regista Premio Oscar Cynthia Wade con il supporto non condizionato di MSD, che racconta il difficile vissuto di una delle categorie di pazienti con epatite C più fragili: i tossicodipendenti. Il premio è stato ritirato da Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia, che dichiara: «Da oltre 125 anni la nostra azienda si adopera nella ricerca di soluzioni terapeutiche innovative, efficaci, sicure, in grado di fare la differenza nel migliorare la salute delle persone. Un impegno, il nostro, che si traduce anche in numerosi progetti educazionali, nel supporto alle iniziative per la prevenzione e nel sostegno ai pazienti con attività volte a mettere in luce vissuto di chi sta combattendo con la malattia». E aggiunge: «Il documentario “Hep C Free” si inserisce in un progetto più ampio che la nostra azienda sta realizzando, con il fine di valorizzare l’unicità di ogni paziente e del suo percorso verso una guarigione che, oggi, è possibile».

L’attenzione alla prevenzione e il sostegno all’obiettivo-eliminazione del virus su scala globale è anche il messaggio lanciato dalla World Hepatitis Alliance, che proprio oggi celebra la Giornata Mondiale contro le epatiti virali: una giornata di eventi e dibattiti per ricordare a tutti - Istituzioni, comunità scientifica, pazienti e industria - il valore della partnership e la necessità di fare fronte comune nella lotta al virus.

“HEP C Free”, il documentario

MSD premiata anche per l’impegno nella lotta alle patologie ad alto impatto sociale: un impegno testimoniato dai numerosi progetti educazionali che utilizzano il linguaggio del cinema e delle arti come potente strumento di sensibilizzazione del pubblico. Con questa motivazione è stato consegnato a MSD Italia il “Premio delle Nazioni”, prestigioso riconoscimento cinematografico. In occasione della premiazione è stato presentato, in anteprima per l’Italia, il documentario “HEP C Free”, realizzato dalla regista Premio Oscar Cynthia Wade con il supporto non condizionato di MSD, che racconta il difficile vissuto di una delle categorie di pazienti con epatite C più fragili: i tossicodipendenti.

Il premio è stato ritirato da Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia, che dichiara: «Da oltre 125 anni la nostra azienda si adopera nella ricerca di soluzioni terapeutiche innovative, efficaci, sicure, in grado di fare la differenza nel migliorare la salute delle persone. Un impegno, il nostro, che si traduce anche in numerosi progetti educazionali, nel supporto alle iniziative per la prevenzione e nel sostegno ai pazienti con attività volte a mettere in luce vissuto di chi sta combattendo con la malattia». E aggiunge: «Il documentario “Hep C Free” si inserisce in un progetto più ampio che la nostra azienda sta realizzando, con il fine di valorizzare l’unicità di ogni paziente e del suo percorso verso una guarigione che, oggi, è possibile». L’attenzione alla prevenzione e il sostegno all’obiettivo-eliminazione del virus su scala globale è anche il messaggio lanciato dalla World Hepatitis Alliance, che proprio oggi celebra la Giornata Mondiale contro le epatiti virali: una giornata di eventi e dibattiti per ricordare a tutti - Istituzioni, comunità scientifica, pazienti e industria - il valore della partnership e la necessità di fare fronte comune nella lotta al virus. “HEP C Free”, il documentario

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.