IT   EN

Ultimi tweet

Epatite C, infettati con il virus 4 pazienti all' Ospedale Civico di Lugano

Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS), attraverso l’Ufficio del medico cantonale, informa della probabile trasmissione del virus dell’epatite C avvenuto il 19 dicembre 2013 presso l’Ospedale Regionale di Lugano, sede Civico.

 

Nell’ambito delle procedure preparatorie per un esame di Tomografia assiale computerizzata (TAC), una manipolazione errata ha reso possibile la trasmissione del virus a quattro pazienti. In nessuno degli altri pazienti, che quel giorno si erano sottoposti allo stesso esame con mezzo di contrasto, è invece stata riscontrata traccia del virus.

Tutti i pazienti coinvolti sono già stati convocati singolarmente, sono stati sottoposti ai test necessari e hanno potuto beneficiare del sostegno necessario per affrontare la situazione. Il Medico cantonale ha ordinato le necessarie verifiche e analisi delle procedure, nel frattempo avviate in stretta collaborazione con il personale dell’Ospedale Regionale di Lugano.

Il Ministero Pubblico è stato tempestivamente informato dell’accaduto. Ulteriori accertamenti, eseguiti su larga scala, hanno permesso di confermare che si è trattato di un evento isolato. Non è ancora stato possibile stabilire con certezza le cause esatte dell’incidente, ma l’ipotesi più probabile è che un paziente sottoposto all’esame quel giorno fosse portatore cronico dell’epatite C e che sia stato commesso un errore nell’ambito delle manipolazioni e delle procedure di preparazione per l’esame TAC.

Gli accertamenti subito intrapresi in collaborazione con gli specialisti in malattie infettive dell’Ente Ospedaliero Cantonale e un esame interno delle procedure vigenti hanno permesso di migliorare le misure in vigore. Una verifica delle medesime procedure è stata eseguita anche nelle altre strutture dell’Ente Ospedaliero Cantonale. Un’informazione del Medico cantonale presso tutte le strutture sanitarie del Cantone è pianificata per sensibilizzare sulla tematica.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.