IT   EN

Ultimi tweet

Endoscopia del futuro in Humanitas: la tecnologia protagonista di IMAGE 2016

Un elettro-bisturi capace di “leggere” la resistenza dei tessuti e restituire un’intensità di taglio commisurata. Un colonscopio per “fare luce” nell’intestino alla ricerca delle lesioni più nascoste. Un device per il drenaggio eco-guidato dei fluidi pancreatici, senza necessità di sottoporre il paziente a raggi X.

Sono alcune delle nuove frontiere dell’endoscopia che saranno presentate durante IMAGE (International Meeting Advanced Gastroenterology Endoscopy), convegno internazionale a cui parteciperanno oltre 500 specialisti provenienti da ogni parte del mondo. Il congresso, iniziato il 16 giugno, è coordinato dal prof. Alessandro Repici, Responsabile di Endoscopia e docente di Humanitas University, dal prof. Alberto Malesci, Responsabile del Dipartimento di Gastroentrologia, e dal prof. Silvio Danese, Responsabile del Centro Malattie Infiammatorie Intestinali. Sono coo-direttori il dott. Andrea Anderloni e la dott.ssa Silvia Carrara

Erbe, l’elettro-bisturi che guida la mano dell’endoscopista

Erbe è l’elettro-bisturi che sarà presentato durante IMAGE in anteprima mondiale – spiega il prof. Repici. – La principale novità è rappresentata dalla sua capacità di leggere la resistenza dei tessuti e adeguare forza e intensità di taglio commisurata. Ne derivano una maggiore efficacia del trattamento e una maggiore sicurezza per il paziente”.

 

Ewave, il colonscopio che va “a caccia” delle lesioni più piccole

“La seconda novità di IMAGE è rappresentata dal colonscopio Ewave – continua il prof. Repici – La tecnologia permette una migliore visuale del colon, e consente quindi una maggiore accuratezza nell’esecuzione dell’esame, che si traduce nella capacità di individuare le lesioni precancerose più piccole e nascoste. Un grande passo avanti, dunque, per la colonscopia e per la diagnosi precoce”.

 

Hot Axios, il device per il drenaggio dei fluidi pancreatici senza raggi X

Hot Axios, già disponibile in Humanitas, è una protesi metallica auto-espandibile che consente il drenaggio endoscopico di pseudocisti pancreatiche e raccolte addominali senza necessità di sottoporre il paziente a raggi X, ma ricorrendo all’ausilio dell’ecografia endoscopica”, spiega il prof. Repici. “Il drenaggio dei fluidi e dei materiali pancreatici – continua il prof. Repici – avviene quindi senza il passaggio obbligato della chirurgia e, anche grazie all’ecografia endoscopica, consente di trattare queste patologie con approccio sempre meno invasivo”. “Hot Axios – conclude il prof. Repici – è inoltre estremamente preciso, grazie a un ago che permette di elettrocauterizzare i tessuti, penetrandoli in sicurezza fino a livello della lesione-target da drenare”.

 

Advanced Biliopancreatic-Endoscopy Course

La settima edizione di IMAGE è stata preceduta dall’Advanced Biliopancreatic-Endoscopy Course, svoltosi in Humanitas il 15 giugno e diretto dal dott. Andrea Anderloni, endoscopista di Humanitas, insieme al dott. Mouen Khashab (Maryland) e al dott. Manuel Pérez Miranda (Valladolid), due tra i massimi esperti internazionali in quest’ambito. “Il corso – spiega il dott. Anderloni – nasce dall’esigenza di inquadrare lo stato dell’arte e condividere le più recenti novità dell’endoscopia biliopancreatica, una tecnica che prevede l’uso integrato di eco-endoscopia ed ERCP (Colangiografia Retrograda Endoscopica), al fine di formare un gruppo selezionato di specialisti (circa 50)”. La dott.ssa Carrara interverrà sul tema delle tecniche ablative ecoendo-guidate come trattamento locoregionale in pazienti con tumore del pancreas localmente avanzato nell’ambito di un percorso multidisciplinare: “La complessità di questa patologia, e le recenti innovazioni tecnologiche, – conclude la dott.ssa Carrara – richiedono uno sguardo a 360 gradi, garantito dal continuo confronto tra i vari specialisti, come avviene quotidianamente in Humanitas all’interno del Cancer Center”.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.