IT   EN

Ultimi tweet

Ebola, paziente della Sierra Leone presto trasferito all' Ospedale universitario di Ginevra (HUG)

Una persona malata di Ebola dovrebbe essere presa a carico nell'arco delle prossime 48 ore a Ginevra. Si tratta di un medico cubano attivo in Sierra Leone e i cui test hanno confermato l'infezione virale. L'Ospedale universitario di Ginevra (HUG), dove sarà trasferito, è pronto a ricoverarlo secondo le procedure stabilite già da diverso tempo per garantire la sicurezza del personale sanitario e di tutti i pazienti.

 

Fin dall'inizio della crisi sanitaria in Africa occidentale la Svizzera, sede di numerose organizzazioni internazionali, ha segnalato la propria disponibilità ad accogliere sul suo territorio persone contagiate dall'Ebola che lavorano per organizzazioni umanitarie. La presa a carico del medico cubano a Ginevra è stata predisposta dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Una compagnia privata americana è stata incaricata di operare il volo.

D'accordo con il medico cantonale di Ginevra, il ricovero del paziente cubano è organizzato da un medico infettivologo in collaborazione con uno specialista nella prevenzione delle infezioni. 

Il paziente sarà ricoverato all'HUG, nella massima sicurezza, in una camera a pressione negativa prevista per questi casi e ubicata in un edificio isolato dalle unità di ospedalizzazione e di consultazione ambulatoriale. La popolazione svizzera non corre alcun rischio.

L'HUG intende assicurare una presa a carico di qualità e provvederà a garantire la sicurezza necessaria al personale curante nonché alla totalità dei pazienti. Per i professionisti destinati a entrare nella camera di un paziente affetto dal virus, sono state approntate formazioni ed esercitazioni pratiche, sotto la supervisione di specialisti, per vestirsi e svestirsi, soprattutto nei reparti di cure intense e di pronto soccorso.

Durante le ultime settimane l'HUG ha intensificato i lavori di preparazione in modo da assicurare una formazione adeguata al personale medico e infermieristico, nonché un approvvigionamento sufficiente del materiale protettivo necessario.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.