IT   EN

Ultimi tweet

DIAGNOSI GENETICA PREIMPIANTO: ALTERAZIONI GENETICHE NEL 60% DELLE GRAVIDANZE

Attenzione ad accettare semplicemente il connubio diagnosi preimpianto per le patologie genetiche e costi ridotti anche a livello di un semplice ticket come sta cominciando ad avvenire in alcune realtà del centro Italia.

Il monito arriva dal prof. Ermanno Greco, Direttore scientifico del Centro di medicina della Riproduzione dell'European Hospital di Roma: «La diagnosi genetica preimpianto è una tecnica molto sofisticata, che prevede una biopsia embrionaria allo stadio di blastocisti. I centri che eseguono questa tecnica dovrebbero ricevere una particolare "licenza" da parte delle autorità competenti (CNT), per testare la presenza dei requisiti strumentali e professionali affinché da beneficio per i pazienti non si traduca in un danno». I costi ridotti infatti possono andar bene se sono accompagnati da garanzie per le persone e dalla giusta adeguatezza clinico biologica offerta dai vari Centri.

«Serve una perfetta tecnica di congelamento (vitrificazione), -prosegue Greco- in quanto il successo maggiore si raggiunge solo con gli embrioni congelati. Nella struttura di Roma abbiamo eseguito oltre 2mila interventi di PGS o PGD per diverse patologie, cioè di identificazione nell’embrione di malattie genetiche e di valutazione del corretto numero di cromosomi nell’embrione, e i risultati sono sorprendenti: ci sono alterazioni in circa il 60% di gravidanze. Inoltre bisogna avere molte apparecchiature e molto personale biologico, disposto a lavorare anche la domenica perché le blastocisti possono formarsi in un periodo che va dal 5 al 7 giorno di sviluppo». Altro tema spinoso è poi cosa fare degli embrioni malati, perché la legge ne vieta la distruzione e la tecnica rischia comunque di scoprirne molti che i pazienti non trasferiscono e che bisogna ugualmente conservare. «Vi è la necessità - continua Greco- di una normativa altrimenti si entra in una giungla dalla quale è poi difficile uscire. Perchè non permettere ad esempio la sperimentazione sugli embrioni malati? Potremmo di sicuro curare molte patologie ora incurabili».

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.