IT   EN

Ultimi tweet

Declino cognitivo, anche la menopausa gioca un ruolo importante

L'invecchiamento riveste un ruolo importante nella perdita della memoria e nelle capacità cognitive, tuttavia, una nuova ricerca suggerisce che anche la menopausa possa essere un altro fatto determinante.

Secondo un recente studio, che ha visto la partecipazione di più centri USA (dall'Università dell'Illinois al Georgetown University di  Washington alla Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora), diverse fasi della menopausa possono modificare la funzione cognitiva, tanto da registrare che i processi complessi nel cervello sono diminuiti in modo significativo con la progressione della stessa. Il modo in cui il processo naturale per le donne provoca il declino cognitivo non è correlato ad altri sintomi, come vampate di calore, ansia e depressione. 

Lo studio, pubblicato sulla rivista 'Menopause', ha coinvolto 440 donne, età media 42 anni, per lo più di colore a basso reddito: alcune donne era stato diagnosticato l'HIV e presentavano altri fattori di rischio per il declino della funzione cognitiva. I risultati hanno indicato che la fase della menopausa incide sulla capacità cognitiva, con il declino dell'apprendimento e della memoria, che persiste nel periodo postmenopausale. Precedenti studi suggeriscono che fattori di rischio come stress, assistenza sanitaria di bassa qualità, HIV e abuso di sostanze possono portare al declino cognitivo. A causa del livello di reddito delle donne in questo studio, i ricercatori ritengono che anche questi fattori abbiano avuto un ruolo. 

Questo è il primo studio a valutare l' effetto delle fasi della menopausa sulla funzione cognitiva. Le funzioni cognitive come l'attenzione, la memoria e l'apprendimento sono state notevolmente compromesse dall'inizio della menopausa fino alla «Questo studio, che includeva un campione razziale diversificato di donne a basso reddito e donne con HIV, si aggiunge alla letteratura esistente sui cambiamenti cognitivi durante la transizione alla menopausa- afferma la dott.ssa Stephanie Faubion, direttore medico della Società della Menopausa del Nord America (NAMS)- I risultati hanno mostrato un significativo declino cognitivo nell'apprendimento e nella memoria che persisteva nella postmenopausa. Sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati e identificare i fattori responsabili delle differenze individuali nei cambiamenti cognitivi».

I risultati dello studio sono pubblicati sulla rivista Menopause

Antonio Caperna

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.