IT   EN

Ultimi tweet

Dai genitori dipende il peso nell' infanzia

Più del 25% dei bambini di età compresa tra 2 e 5 anni sono considerati sovrappeso o obesi. I bambini con eccesso di peso sono a maggior rischio di sviluppare diabete di tipo 2, malattie cardiache, ipertensione, asma e altri gravi problemi di salute più avanti nella vita.   

Lo studio Intervention Nurses Start Infanti Growing on Health Trajectories (INSIGHT) è partito nel 2012 per indagare se insegnare tecniche di "parenting responsive" alle madri prima volta durante l'infanzia del loro bambino potesse aiutare a prevenire un rapido aumento di peso nell'infanzia e stabilire modelli di crescita più sani durante l'infanzia .

Una genitorialità proattiva incoraggia i genitori a rispondere prontamente ai loro figli in modo appropriato per la loro età e per soddisfare i bisogni del bambino. Ad esempio, ai genitori viene insegnato come riconoscere i segni quando il loro bambino è pieno e quindi smettere di nutrirlo. Rapporti precedenti dello studio hanno dimostrato che la genitorialità proattiva riduce il rapido aumento di peso nei primi sei mesi di vita, e riduce l'indice di massa corporea (BMI) dei bambini all'età di 1 anno e migliora il sonno.

Un team, guidato da Drs. Leann L. Birch dell'Università della Georgia e dal dott. Ian M. Paul della Pennsylvania State University hanno riportato i risultati degli studi dopo aver seguito per 3 anni i bambini sul  Journal of American Medical Association. La ricerca è stata sostenuta dal National Institute of Diabetes del NIH e malattie digestive e renali (NIDDK).

Delle 279 madri e dei loro bambini che sono stati arruolati, 232 hanno completato il trial. Le madri avevano in media 28 anni, erano per lo più bianche, sposate e avevano un'istruzione universitaria o superiore. Sono stati assegnati in modo casuale a uno dei due gruppi. Al gruppo di genitori proattivi è stato insegnato a rispondere ai bisogni nutrizionali, di sonno, di gioco e emotivi del loro bambino. Al gruppo di controllo sono state date indicazioni sulla sicurezza domestica. Entrambi i gruppi hanno ricevuto quattro visite domiciliari da un'infermiera durante l'infanzia, seguita da visite annuali del centro di ricerca a 1, 2 e 3 anni.

Dopo tre anni, i bambini nel gruppo di genitori proattivi avevano un BMI medio significativamente più basso di quelli nel gruppo di controllo. Inoltre, 13 bambini (11,2%) erano in sovrappeso e 3 (2,6%) erano obesi rispetto al 23 (19,8%) sovrappeso e 9 (7,8%) obesi nel gruppo di controllo. Tuttavia, queste differenze in sovrappeso e obesità non erano abbastanza evidenti all'età di 3 anni per mostrare che non erano dovuti al caso.      

"L'infanzia è un periodo critico per i genitori e gli operatori sanitari per intervenire e promuovere comportamenti sani, e i risultati dello studio INSIGHT ci mostrano un modo per farlo in modo efficace- afferma il Dr. Griffin P. Rodgers, direttore NIDDK -Questi importanti risultati ci aiutano a capire meglio il ruolo importante che l'infanzia e la prima infanzia giocano nello sviluppo di sane abitudini e nella prevenzione dell'obesità".

"Sebbene i partecipanti di INSIGHT fossero principalmente bianchi e di più alto status socioeconomico-conclude- riteniamo che le indicazioni date siano efficaci anche in altre popolazioni e con un reddito inferiore, e questo è attualmente allo studio".

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.