IT   EN

Ultimi tweet

Da Shanghai a Milano-Bicocca, la nuova frontiera dell’immunologia epatica

Dieci studenti dell’Università di Milano-Bicocca ogni anno studieranno alla Jiao Tong University di Shanghai (SJTU), Cina, e altrettanti studenti cinesi verranno a seguire lezioni nell’ateneo milanese. Previste attività scientifiche e didattiche condivise da un capo all’altro del mondo. E un laboratorio congiunto per la ricerca relativa all’immunologia epatica.

Ieri sono stati sottoscritti tre accordi di collaborazione scientifica dal dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Milano-Bicocca e dalla School of Medicine della Jiao Tong University di Shanghai, alla presenza dei pro-rettori per l’Internazionalizzazione, Gabriella Pasi, alla Ricerca, Guido Cavaletti, e alla Didattica, Maurizio Casiraghi, e del direttore del dipartimento di Medicina e Chirurgia, Maria Grazia Valsecchi. Questo il contenuto dei tre accordi:

“General Framework Agreement”
Innanzitutto i due atenei hanno sottoscritto un accordo quadro per promuovere e potenziare la collaborazione scientifico-didattica nei diversi settori della ricerca, anche mediante attività di scambio di personale docente e ricercatore nonché di personale e di studenti, e a intraprendere attività di ricerca comuni.

“Student Exchange Agreement”
È stato firmato uno specifico accordo per la mobilità studentesca che coinvolgerà un massimo di dieci studenti per ogni Ateneo ogni anno. Verranno selezionati dall'Ateneo di provenienza e sottoposti alla successiva approvazione da parte dell'Ateneo ospitante. Il programma consentirà agli studenti coinvolti di ottenere crediti formativi presso l'Ateneo di provenienza.

 “Joint Lab Agreement”
Infine le due università si impegnano in un programma di cooperazione, della durata di cinque anni, nel campo della epatologia e gastroenterologia, attraverso la promozione di attività di ricerca in collaborazione – condividendo le rispettive competenze e valorizzando i risultati conseguiti –, la partecipazione a progetti governativi Italo-Cinesi, l’organizzazione di conferenze e workshop che prevedano la partecipazione del personale e di dottorandi di entrambi gli enti. In particolare verrà creato, presso l’Institute of Digestive Disease della SJTU un laboratorio congiunto, chiamato “Liver Immunology”, in grado di coinvolgere attivamente partner industriali nei temi specifici della ricerca sulle malattie autoimmuni del fegato.

Responsabile dell’accordo per l’Università di Milano-Bicocca è Pietro Invernizzi, professore di Gastroenterologia dell’Ateneo.

Dopo la cerimonia ufficiale al mattino, la delegazione dell’Università di Shanghai oggi pomeriggio visiterà l’Ospedale San Gerardo di Monza e la Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Ateneo.

La Jiao Tong University di Shanghai si posiziona tra le migliori università nelle più rigorose classifiche internazionali, soprattutto per la loro “Scuola di Medicina” (numero 157 del “World University Rankings 2020 Times Higher Education”, numero 60 del “QS Global World Ranking”) ed è riconosciuta tra le 9 migliori università in Cina (membro del “Chinese C9 League”).

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.