IT   EN

Ultimi tweet

Cuore a rischio con meno di 6 ore o piu' di 8 ore di sonno #EscCongress #ESC2018

Dormire meno di 6 ore o più di 8 rappresenta un problema per il nostro cuore. E' quanto afferma uno studio presentato oggi al Congresso europeo di cardiologia (ESC), in corso a Monaco di Baviera.

"Trascorriamo un terzo delle nostre vite dormendo, ma sappiamo poco dell'impatto di questo bisogno biologico sul sistema cardiovascolare", afferma la dott.ssa Epameinondas Fountas, del Centro di cardiochirurgia Onassis di Atene, in Grecia e autore dello studio.

Lo studio ha valutato la relazione tra durata del sonno e malattia cardiovascolare, utilizzando una meta-analisi, cioè uno strumento statistico per combinare i risultati di studi precedenti sullo stesso argomento. La meta-analisi ha incluso 11 studi prospettici su oltre un milione di adulti (1.000.541) senza malattie cardiovascolari pubblicati negli ultimi cinque anni.

Due gruppi, uno a breve (meno di sei ore) e l'altro con una lunga (oltre otto ore) di sonno notturno, sono stati confrontati con il gruppo di riferimento (da sei a otto ore).

I ricercatori hanno scoperto che sia chi dormiva poco sia chi dormiva molto hanno un rischio maggiore di sviluppare o morire per malattia coronarica o ictus. Rispetto agli adulti che dormivano da sei a otto ore a notte, i "dormiglioni" lunghi e corti avevano rispettivamente 11% e 33% di rischi maggiori di sviluppare o morire per malattia coronarica o ictus durante un follow-up medio di 9,3 anni.

"I nostri risultati suggeriscono che dormire troppo o troppo poco può essere dannoso per il cuore. Sono necessarie ulteriori ricerche per chiarire esattamente il perché, ma sappiamo che il sonno influenza i processi biologici come il metabolismo del glucosio, la pressione sanguigna e l'infiammazione - tutti fattori che hanno un impatto sulle malattie cardiovascolari ", aggiunge la dotto.ssa Fountas.

Un punto di forza dell'attuale analisi è che sono stati inclusi solo studi prospettici, ha osservato il dott. Fountas. Ciò evita errori di richiamo, una fonte di errori sistematici nelle statistiche derivanti dall'incapacità dei partecipanti di richiamare accuratamente le informazioni.

"Le prove stanno confermando che una prolungata privazione del sonno notturno o un sonno eccessivo dovrebbero essere evitati -conclude l'esperto- La buona notizia è che ci sono molti modi per prendere l'abitudine di dormire da sei a otto ore a notte, ad esempio andando a letto e alzandosi alla stessa ora tutti i giorni, evitando alcol e caffeina prima di andare a letto, mangiando in modo sano ed essere fisicamente attivi. Avere la giusta quantità di sonno è una parte importante di uno stile di vita sano. "

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.