IT   EN

Ultimi tweet

CTI Swiss Medtech Award 2015: premiato il progetto del robot CARLO

La CTI ha assegnato oggi presso il Kursaal di Berna il premio CTI Swiss Medtech Award del valore di 15 000 franchi alla società Advanced Osteotomy Tools AOT AG.

La spin-off dell’ospedale universitario e dell’Università di Basilea è stata premiata per aver messo a punto un sistema che tramite un robot e un raggio laser permette di incidere con precisione le ossa praticando tagli senza contatto.

 

Annalise Eggimann (Direttrice CTI), ha consegnato al dottor Alfredo E. Bruno (direttore generale di AOT AG) e al professor Philippe Cattin (università di Basilea) il premio sotto forma di un assegno da 15 000 franchi. Il loro progetto è stato scelto, fra i tre finalisti, da un pubblico specializzato composto da 380 esponenti del mondo della ricerca e dell’industria medtech.

 

Grazie a tempi chirurgici più brevi l’organismo risente meno dell’intervento

Grazie alla tecnologia di navigazione e al laser, un robot opportunamente programmato può operare con una precisione molto più elevata rispetto a quella del miglior chirurgo. Per questo i chirurghi Hans-Florian Zeilhofer e Philipp Jürgens del reparto di chirurgia orale e maxillo-facciale dell’ospedale universitario di Basilea e l’imprenditore e fisico specialista di laser Alfredo E. Bruno (AOT AG) hanno sviluppato insieme a Philippe Cattin, professore di image-guided therapy (IGT) presso l’Università di Basilea, il robot CARLO (acronimo di Computer Assisted, Robot-guided Laser Osteotome). Attualmente CARLO è in grado di elaborare dati per diverse centinaia di megabyte al secondo e di operare autonomamente grazie alle informazioni che raccoglie per mezzo di sensori. Nel quadro del progetto CTI è previsto un primo intervento nel 2016.

 

Sono state nominate per il CTI Swiss Medtech Award anche la spin-off Zurich MedTech AG e la fondazione per la ricerca IT’IS per lo sviluppo di una piattaforma di simulazione che consente, grazie a complessi modelli anatomici, di pianificare le cure e i trattamenti medici secondo le specifiche caratteristiche dei pazienti, nonché l’azienda biomedica regenHU Ldt. che ha realizzato una stampante di cellule 3D.

 

Iniziativa CTI Medtech

Lanciata nel 1997, ad oggi l’iniziativa CTI Medtech ha sostenuto oltre 465 progetti. Gli obiettivi principali sono due: da un lato, promuovere l’innovazione e la competitività della tecnologia medica svizzera e, dall’altro, stimolare il trasferimento di sapere tra gli ambienti della ricerca, le aziende medtech, le nuove imprese e le PMI. Nel 2014 la CTI ha approvato 36 progetti e stanziato contributi federali per 10,5 milioni di franchi.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.