IT   EN

Ultimi tweet

COVID, potenziato il contact tracing in Ticino

Le autorità cantonali mettono da subito a disposizione una procedura di autoregistrazione, che consente alle persone che sono risultate positive al test prima del 22 gennaio 2022, di richiedere la documentazione relativa al loro isolamento e alla quarantena dei propri contatti. 

Questa procedura semplificata aiuterà a evadere le richieste ancora pendenti. Inoltre, il servizio di tracciamento dei contatti («contact tracing») è stato ulteriormente potenziato, e attualmente è in grado di trattare fino a 1’800 casi al giorno.

L’arrivo in Ticino della «variante Omicron» del coronavirus ha causato un rapidissimo aumento dei contagi, passati da una media quotidiana di 200 a oltre 1’500, con picchi superiori a duemila. Il numero elevatissimo di isolamenti e quarantene ha messo sotto pressione il servizio cantonale di tracciamento dei contatti («contact tracing»), che ha accumulato diverse migliaia di casi ancora inevasi.  

Per fare fronte alla situazione, il Cantone ha potenziato a più riprese il servizio di «contact tracing» e introdotto anche una modalità diversa di gestione dei casi. Il servizio è attualmente in grado di gestire fino a 1’800 casi al giorno. Per mantenere la tempestività del tracciamento anche in questa fase, a partire dal 24 gennaio 2022 si è tornati a trattare prioritariamente i nuovi casi giornalieri.  

Per evadere le richieste non ancora trattate, viene d’altro canto ora messa a disposizione una procedura di autoregistrazione, che consente alle persone risultate positive al test prima del 22 gennaio 2022 e che non sono ancora state contattate, di fare richiesta per ricevere la documentazione relativa all’isolamento e per la quarantena dei propri contatti. La procedura permetterà di evadere la richiesta in tempi più rapidi senza la necessità di un contatto telefonico. Il formulario elettronico con la procedura di autoregistrazione è pubblicato sul sito web del Cantone, all’indirizzo www.ti.ch/tracciamento.  

Le richieste verranno poi verificate dalle collaboratrici e dai collaboratori del servizio di tracciamento in ordine di entrata. Sono quindi da prevedere dei tempi di attesa tra l’inoltro della richiesta e la ricezione della documentazione che avverrà in forma elettronica o cartacea.  

Le persone che sono risultate positive dopo il 22 gennaio 2022 sono state o verranno contattate telefonicamente dal Servizio di tracciamento dei contatti come di consueto. Nel caso in cui una persona dovesse risultare irraggiungibile dal servizio, riceverà un SMS di informazione con le istruzioni per prendere contatto con le autorità cantonali. In alcuni casi, il recapito telefonico ricevuto dalle autorità cantonali risulta essere incorretto. Le persone che non dovessero essere contattate dopo alcuni giorni dal risultato positivo al test, sono invitate a contattare le autorità cantonali.

Si ricorda, infine, che le persone che ricevono il risultato positivo di un test devono seguire un isolamento di almeno 5 giorni. Le persone che vivono nella stessa economia domestica e i contatti intimi devono a loro volta rispettare un periodo di quarantena, anch’esso della durata di 5 giorni. Fanno eccezione all’obbligo di quarantena, ma ovviamente non di isolamento, le persone vaccinate o guarite da meno di quattro mesi. 

La popolazione è invitata a dimostrarsi rigorosa nel rispetto delle regole, e a non attendere – in caso di test positivo – di essere contattata personalmente dalle autorità, provvedendo in autonomia ad isolarsi e ad avvertire i propri contatti in merito alla quarantena. Tutte le istruzioni su isolamenti e quarantene possono essere consultate sul sito web del Cantone, all’indirizzo www.ti.ch/isolamento-quarantena.

Informazioni:
 
 
Aggiornamenti gratis nel canale Telegram: t.me/salutedomani

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.